Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.373,20
    -1.584,22 (-2,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

Borse Europa in rialzo su rallentamento prezzi energia, bene titoli costruzioni

·2 minuto per la lettura
La borsa di Parigi

(Reuters) - L'azionario europeo è in rialzo su un raffreddamento dei prezzi di greggio e gas che offre un po' di sollievo agli investitori preoccupati dall'inflazione in crescite, mentre gli aggiornamenti positivi sui risultati del settore delle materie prime e delle costruzioni contribuiscono a sostenere il sentiment.

Alle 10,50 l'indice STOXX 600 avanza dello 0,98%, invertendo le perdite di questa settimana, con acquisti in tutti i settori meno che in quello oil&gas.

La volatilità del mercato azionario è aumentata nelle ultime settimane sui timori che l'impennata dei prezzi dell'energia faccia aumentare l'inflazione e i tassi di interesse, sui problemi di China Evergrande e sui rischi di politiche monetarie più restrittive.

Il gruppo svizzero Sika avanza di 3,1% dopo aver dichiarato di poter superare i problemi dovuti all'aumento dei costi delle materie prime e alle difficoltà nelle forniture e aumentare le vendite e i margini di profitto quest'anno.

Toni simili per la francese St Gobain, che sale del 3,2% anche grazie all'annuncio di un buyback.

Con la stagione delle trimestrali che comincerà questo mese, gli analisti si attendono un rallentamento della crescita degli utili con il normalizzarsi del rimbalzo post-pandemia. Gli analisti prevedono un balzo del 45,6% negli utili delle aziende quotate allo STOXX 600, comparato con il +152,6% del secondo trimestre, secondo i dati Refinitiv Ibes.

La britannica Shell cede lo 0,9% dopo aver annunciato un impatto di 400 milioni di dollari sugli utili del terzo trimestre per i danni causati ad agosto dall'uragano Ida.

La francese Hermes avanza del 2,9% dopo che Hsbc ha promosso il titolo a "hold" mentre le rivali Lvmh, Richemont e Kering avanzano tutte intorno al 2%.

La francese Valeo balza del 4,5% dopo che Citigroup ha promosso il titolo, citando rischi al ribasso limitati dal momento che gran parte delle aspettative della produzione automobilistica sono state riviste.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli