Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    50.890,27
    -974,59 (-1,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Borse Europa, STOXX 600 ai massimi record su ottimismo per ripresa economia globale

·2 minuto per la lettura
La borsa di Parigi

(Reuters) - L'indice di riferimento europeo registra i massimi record, recuperando interamente le perdite provocate dalla pandemia, con gli investitori che scommettono su una rapida ripresa dell'economia grazie a misure di stimolo economico e ai programmi di vaccinazione.

Dopo la lunga pausa del weekend i trader europei hanno ripreso a trattare portando al rialzo lo STOXX 600 dello 0,9%, a 436,2 punti. L'indice è avanzato di oltre il 60% dai minimi dello scorso anno e ha superato il precedente record di 433,90 punti registrato a febbraio 2020.

L'indice tedesco Dax avanza dell'1,1% dopo aver registrato di recente i massimi record, il benchmark parigino CAC 40 sale dello 0,8%, recuperando anche in questo caso pienamente le perdite dello scorso anno, mentre il FTSE 100 di Londra è in rialzo dell'1,4%.

Ieri gli indici principali di Wall Street hanno toccato i massimi dopo che alcuni dati hanno mostrato una ripresa del mercato del lavoro e dell'attività economica nel Paese contribuendo a migliorare il sentiment, nonostante un forte aumento dei casi di coronavirus in tutto il mondo.

I settori sensibili all'economia come quello bancario, delle materie prime, e auto hanno registrato un forte rimbalzo dall'inizio dell'anno, trascinando in rialzo gli indici europei.

Tuttavia, al benchmark europeo sono serviti sette mesi in più dell'S&P 500 per tornare ai livelli pre-pandemia, a causa di una fiacca campagna vaccinale e della terza ondata di contagi.

I titoli minerari registrano i maggiori guadagni e sono in rialzo del 2,4%, mentre i comparti bancario, auto e assicurativo sono in rialzo di oltre l' 1%.

Credit Suisse recupera le perdite iniziali ed è ora in rialzo dello 0,3% dopo la marcata flessione della scorsa settimana, nonostante abbia stimato perdite per 4,4 miliardi di franchi svizzeri legate al caso Archegos Capital Management.

L'azionario britannico festeggia dopo che il premier Boris Johnson ha annunciato che la riapertura dell'economia studiata dal governo potrebbe essere avviata la prossima settimana.

IAG, controllante di British Airways, easyJet e Ryanair, restano invece indietro nei rispettivi mercati dopo che Johnson ha aggiunto che è troppo presto per dire se sarà possibile organizzare vacanze all'estero quest'anno.

BP balza del 3,5% dopo che la major del petrolio ha detto che si aspetta di raggiungere il target di debito netto di 35 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2021.

(Tradotto da Michela Piersimoni in redazione a Danzica, in redazione a Milano Cristina Carlevaro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)