Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.534,57
    -451,13 (-1,96%)
     
  • Dow Jones

    33.778,56
    -220,48 (-0,65%)
     
  • Nasdaq

    12.707,49
    -257,85 (-1,99%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,33
    -11,77 (-0,04%)
     
  • Petrolio

    91,28
    +0,78 (+0,86%)
     
  • BTC-EUR

    21.419,86
    -2.050,59 (-8,74%)
     
  • CMC Crypto 200

    512,37
    -29,23 (-5,40%)
     
  • Oro

    1.763,00
    -8,20 (-0,46%)
     
  • EUR/USD

    1,0045
    -0,0047 (-0,46%)
     
  • S&P 500

    4.234,52
    -49,22 (-1,15%)
     
  • HANG SENG

    19.773,03
    +9,12 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.730,32
    -47,06 (-1,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8489
    +0,0036 (+0,42%)
     
  • EUR/CHF

    0,9625
    -0,0024 (-0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,3040
    -0,0020 (-0,15%)
     

Borse Europa verso migliore settimana in due mesi nonostante volatilità

Panoramica della Borsa di Francofore

(Reuters) - Le borse europee si apprestano a registrare la settimana migliore degli ultimi due mesi, grazie all'attenuarsi dei timori per la crisi delle forniture energetiche, che ha portato un po' di calma tra gli investitori preoccupati anche per un forte rialzo dei tassi e per la crisi politica in Italia.

L'indice paneuropeo STOXX 600 sale dello 0,4% dopo aver chiuso poco mosso nella seduta precedente a seguito di un aggressivo aumento dei tassi di 50 punti base, il primo in 11 anni, da parte della Banca centrale europea.

Anche se i flussi di gas russo verso l'Europa sono ripresi dopo un'interruzione della fornitura per manutenzione, i trader guardano con preoccupazione all'inaspettata contrazione dell'attività economica della zona euro a luglio, dovuta a un rapido calo del settore manifatturiero e a un arresto quasi totale della crescita del settore dei servizi.

Sugli scudi i settori più resistenti alla fase di incertezza, come i segmenti delle utilities, dei prodotti alimentari e delle bevande e i titoli immobiliari.

I titoli ciclici come le banche, le case automobilistiche e il settore minerario perdono tra lo 0,5% e l'1,2%, mentre l'aumento dei prezzi del petrolio ha sollevato il settore energetico (+0,7%).

Per la settimana, le principali borse europee sono avviate a chiudere in rialzo, con lo STOXX 600 in crescita di quasi il 3%. Ma i timori di un aumento dei costi di finanziamento che potrebbe causare una recessione, la debolezza dell'euro e la guerra in Ucraina hanno spinto l'indice in calo di oltre il 12% da inizio anno.

Danske Bank è scesa del 2,7% dopo aver annunciato che non pagherà i dividendi sul 2021, mentre il produttore svizzero di ascensori e scale mobili Schindler è in ribasso del 4,2% dopo aver tagliato la guidance sui ricavi per il 2022.

Il produttore di alluminio Norsk Hydro sale del 6% dopo aver proposto un dividendo extra e un programma di buyback.

La compagnia di assicurazione londinese Beazley ha raggiunto la vetta dello STOXX 600 grazie all'aumento delle prospettive di redditività per l'intero anno.

(Tradotto da Romolo Tosiani, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli