Italia markets closed
  • FTSE MIB

    17.943,11
    +70,83 (+0,40%)
     
  • Dow Jones

    26.501,60
    -157,51 (-0,59%)
     
  • Nasdaq

    10.911,59
    -274,00 (-2,45%)
     
  • Nikkei 225

    22.977,13
    -354,81 (-1,52%)
     
  • Petrolio

    35,72
    -0,45 (-1,24%)
     
  • BTC-EUR

    11.614,80
    +226,93 (+1,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    265,42
    +1,78 (+0,68%)
     
  • Oro

    1.878,80
    +10,80 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1650
    -0,0029 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.269,96
    -40,15 (-1,21%)
     
  • HANG SENG

    24.107,42
    -479,18 (-1,95%)
     
  • Euro Stoxx 50

    2.958,21
    -1,82 (-0,06%)
     
  • EUR/GBP

    0,8992
    -0,0040 (-0,44%)
     
  • EUR/CHF

    1,0672
    -0,0013 (-0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5515
    -0,0035 (-0,23%)
     

Borse Europa vicine a minimi tre mesi, pesa sell-off globale

di Sruthi Shankar
·2 minuti per la lettura
Il grafico dell'indice tedesco Dax all'interno della sede della Borsa di Francoforte
Il grafico dell'indice tedesco Dax all'interno della sede della Borsa di Francoforte

di Sruthi Shankar

(Reuters) - Un sell-off in asset rischiosi a livello mondiale ha schiacciato le borse europee sui minimi di tre mesi, mentre l'assenza di nuove misure di stimolo per l'economia statunitense e la seconda ondata di casi di coronavirus hanno alimentato i timori di un rallentamento della ripresa economica mondiale.

L'indice paneuropeo STOXX 600 scivola dello 0,8%, recuperando leggermente dopo aver toccato i minimi dal 26 giugno, mentre gli indici di Francoforte, Londra e Parigi cedono tra lo 0,3% e lo 0,7%.

Wall Street ha subito forti perdite ieri, in particolare nel settore tech, dopo che i funzionari della Federal Reserve hanno chiesto nuove misure di sostegno da parte del Congresso, ribadendo la propria strategia monetaria accomodante.

Il settore tech perde l'1,5%, mentre i settori sensibili alla crescita dell'economia, come quello dei viaggi e di gas e petrolio, cedono rispettivamente lo 0,8 e l'1,3%.

Il settore delle utilities e l'immobiliare, tra i cosiddetti settori difensivi, avanzano leggermente.

"Ci sono molte prese di profitto nel settore tech. Inoltre, la prospettiva delle elezioni statunitensi, di Brexit e di contagi in crescita non aiuta", ha detto Will James di Aberdeen Standard Investments a Londra.

La Francia è diventata l'ultimo paese europeo a introdurre nuove restrizioni, dopo che il governo ha svelato una mappa di "zone a rischio" per il coronavirus, dando solo pochi giorni alle autorità locali delle zone più colpite dal virus per imporre misure più severe. Alternativamente, il governo dichiarerà lo stato d'emergenza sanitaria nelle aree interessate.

La società di gestione di cinema brittanica Cineworld cede il 14,4% dopo aver archiviato il semestre in perdita, avvertendo che potrebbe essere costretta a reperire nuove risorse se sarà costretta a chiudere ancora i propri cinema per via delle nuove restrizioni governative sugli assembramenti.

Suez Sa cede il 4% dopo che l'AD della rivale Veolia ha detto che l'azienda non esclude l'aumento del prezzo offerto per una quota di proprietà di Engie.

Suez ritiene che l'offerta di Veolia sia ostile e sta lavorando alla creazione di una cordata di investitori per presentare un'offerta alternativa per la quota di Engie.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Maria Pia Quaglia, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com,+4858775278)