Borse europee: Chiusura in rialzo, svetta Madrid

I principali indici azionari europei hanno chiuso oggi in rialzo. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato l'1%, il DAX a Francoforte lo 0,4%, il CAC40 a Parigi l'1%, lo SMI a Zurigo lo 0,3%, l'IBEX 35 a Madrid l'1,9% e il FTSE MIB a Milano lo 0,7%. L' EuroStoxx 50 , l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro , è salito dell'1%.
Le borse del Vecchio Continente hanno beneficiato del calo dei timori relativi alla crisi del debito. Le odierne aste di titoli dell'Italia e della Spagna hanno avuto un esito positivo. Mario Draghi ha inoltre dichiarato che la Spagna ha fatto degli sforzi enormi e che la sua economia sta dando dei segni di miglioramento.
I bancari hanno guidato la lista dei rialzi. Crédit Agricole ha guadagnato il 3%, Intesa Sanpaolo il 2,3%,   B BVA il 3,2% e UBS il 2,7%.
Barclays
ha chiuso in rialzo dell'8,6%. La banca britannica ha annunciato che taglierà quest'anno 3.700 posti di lavoro.
L'Oréal
ha guadagnato il 3,8%. Il leader a livello mondiale dei cosmetici ha pubblicato dei solidi dati di bilancio per il 2012 ed annunciato un aumento del dividendo del 15%.
Michelin
ha perso il 4,3%. Il produttore di pneumatici ha generato lo scorso anno un utile operativo inferiore alle attese degli analisti ed espresso prudenza sul 2013.
ThyssenKrupp
ha perso lo 0,3%. L'Ebit adjusted del gruppo industriale tedesco è calato lo scorso trimestre del 38% a €229 milioni.
Finmeccanica ha perso il 7,3%. L'amministratore delegato del gigante della difesa, Giuseppe Orsi, è stato arrestato con l'accusa di corruzione internazionale.
Danone ha perso l'1,1%. Morgan Stanley ha tagliato il suo rating sul titolo del gruppo alimentare da "Equal-weight" ad "Underweight".

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito