Borse europee contrastate. Due i dati macro Usa in agenda

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
DAI.DE67,29+1,97
BPD.BE4,990,00
^FCHI4.431,81+26,15

Andamento contrastato quest’oggi per le Borse europee che non riescono a muoversi tutte nella stessa direzione. Proprio negli ultimi minuti gli indici hanno avviato un ritracciamento ai massimi, con il Ftse100 e il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) che calano rispettivamente dello 0,16% e dello 0,14%, dviersamente dal Dax30 che sale dello 0,22%. I mercati non riescono a trovare particolare sostegno nelle buone notizie arrivate dalla Cina, dove l’indice PMI manifatturiero nella versione preliminare di dicembre è salito rispetto al dato definitivo di novembre. Intanto prosegue in positivo la seduta di Piazza Affari dove l’indice Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) viene scambiato a ridosso dei 15.900 punti, con un rialzo dello 0,21%. Resta pesante l’intonazione di Fiat Auto (Milano: F.MI - notizie) che pure ha recuperato dai minimi intraday e cede ora il 2,7% dopo che la società ha smentito i rumors di stampa relativi ad un possibile aumento di capitale per l’acquisto del 41,5% di Chrysler (Xetra: 710000 - notizie) nella mani del fondo Veba. Vendite anche su Exor (EUREX: 572835.EX - notizie) che scende dell‘1,43%, mentre Fiat Industrial si muove in controtendenza con un rialzo dello 0,67%. In ribasso di oltre un punto Mediaset (Dusseldorf: MDS.DU - notizie) e Telecom Italia (Other OTC: TIAOF.PK - notizie) e sono deboli alcune utilities come Enel (Madrid: ENE.MC - notizie) e Snam (Milano: SRG.MI - notizie) che calano dello 0,33% e dello 0,17%, seguite da A2A (MDD: A2A.MDD - notizie) che cede lo 0,12%. Spunti positivi tra i bancari che vedono incerti solo Banca Popolare dell’Emilia Romagna e Mediobanca (EUREX: 574959.EX - notizie) , a ridosso della parità. In frazionale progresso dello 0,11% Unicredit (EUREX: C2RI.EX - notizie) , preceduto da Intesa Sanpaolo (Dusseldorf: 575913.DU - notizie) e Banco Popolare (Berlino: B8Z.BE - notizie) che crescono dello 0,23% e dello 0,34%, mentre Monte Paschi e Ubi Banca (Berlino: BPD.BE - notizie) avanzano dello 0,44% e dello 0,63%. Ad avere la meglio su tutti è Banca Popolare che viaggia in salita di circa un punto e mezzo percentuale.

, Tra le blue chips più gettonate dagli acquisti troviamo Diasorin (Berlino: 34D.BE - notizie) che guadagna quasi due punti, seguito da Buzzi Unicem (MDD: BZU.MDD - notizie) e Saipem (Dusseldorf: 577305.DU - notizie) che si apprezzano dell‘1,5%. Contrastate le indicazioni che arrivano intanto dall’opposta sponda dell’Atlantico dove si dovrebbe assistere quest’oggi ad una partenza a due velocità. Il future sull’S&P500 sale dello 0,17%, mentre quello sul Nasdaq100 arretra dello 0,08%. Per le novità sul fronte macro Usa segnaliamo che oggi sarà diffuso il dato sull’inflazione di novembre che dovrebbe evidenziare una variazione negativa dello 0,2% rispetto al rialzo dello 0,1% precedente, mentre la produzione industriale di novembre dovrebbe mostrare una crescita dello 0,2% rispetto al calo dello 0,4% di ottobre.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito