Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.370,73
    +199,40 (+1,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1967
    +0,0054 (+0,45%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8989
    +0,0073 (+0,81%)
     
  • EUR/CHF

    1,0823
    +0,0026 (+0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,5540
    +0,0039 (+0,25%)
     

Borse europee festeggiano accordo Ue, partenza con segno più

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Partenza positiva per le Borse europee che festeggiano l'accordo sul Recovery Fund, dopo una maratona di trattative durata quattro giorni e quattro notti. Nei primi minuti di contrattazione l'indice Eurostoxx 50 sale di 1 punto percentuale. A Francoforte il Dax guadagna l'1,10%, a Parigi il Cac40 avanza dello 0,74%. Il fondo per la ripresa in Europa avrà una dotazione di 750 miliardi di euro, ripartita in 390 miliardi sotto forma di sovvenzioni e 360 miliardi in prestiti. La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen ha commentato l'intesa affermando che questa volta l'Ue non potrà essere accusata di aver fatto "troppo poco, e troppo tardi". A sostenere gli scambi anche il rally del Nasdaq (+2,5%), che ieri sera a Wall Street ha chiuso la sua migliore giornata da fine aprile. Ma anche le speranze di un vaccino anti-Covid dopo che gli scienziati dell'Università di Oxford hanno riscontrato una risposta immunitaria protettiva in centinaia di persone che hanno provato il vaccino sperimentale nel corso dello studio iniziale. La giornata non sarà movimentata da alcun dato macro di rilievo. Diversi spunti sono invece previsti dal fronte societario, con le trimestrali di Coca-Cola e Texas Instruments negli Usa e di Novartis e Ubs in Europa.