Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.636,26
    +89,76 (+0,37%)
     
  • Dow Jones

    33.212,96
    +575,77 (+1,76%)
     
  • Nasdaq

    12.131,13
    +390,48 (+3,33%)
     
  • Nikkei 225

    26.781,68
    +176,84 (+0,66%)
     
  • Petrolio

    115,07
    +0,98 (+0,86%)
     
  • BTC-EUR

    26.762,39
    -513,97 (-1,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    625,79
    -3,71 (-0,59%)
     
  • Oro

    1.857,30
    +3,40 (+0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,0739
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.158,24
    +100,40 (+2,47%)
     
  • HANG SENG

    20.697,36
    +581,16 (+2,89%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.808,86
    +68,55 (+1,83%)
     
  • EUR/GBP

    0,8497
    -0,0014 (-0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0271
    -0,0016 (-0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,3655
    -0,0046 (-0,33%)
     

Borse europee in forte aumento dopo parole rassicuranti di Powell, oggi la BoE

Avvio in deciso rialzo per le Borse europee, sulla scia di Wall Street, dopo le dichiarazioni rassicuranti del presidente della Federal Reserve (Fed). Nei primi minuti di contrattazione l'indice Eurostoxx 50 sale del 2,13%. A Francoforte il Dax avanza del 2,4% a Parigi il Cac40 guadagna il 2,3%. La banca centrale degli Stati Uniti ha annunciato ieri sera un aumento dei tassi di interesse di mezzo punto al nuovo range 0,75%-1%. Si tratta della stretta monetaria più forte degli ultimi 20 anni, dal 2000, che conferma la lotta della banca centrale Usa contro l'inflazione galoppante. La Fed ha indicato anche l'intenzione di iniziare a ridurre il bilancio monstre da $9 trilioni, gonfiato dai suoi precedenti acquisti di Treasuries e altri asset. Sebbene l'istituto abbia chiaramente accennato al fatto che seguiranno ulteriori aumenti dei tassi, il suo presidente, Jerome Powell, ha chiarito che i rialzi di tre quarti di punto non sono stati considerati "attivamente" dai membri del Federal Open Market Committee (FOMC), dissipando così i timori del mercato di una stretta monetaria più aggressiva. Oggi, sono in programma le riunioni della banca centrale norvegese e di quella polacca. Restando ancora sulle banche centrali, i mercati attendono la riunione della Bank of England (BoE) che dovrebbe alzare i tassi all'1% dal precedente 0,75 per cento. Da segnarsi in agenda anche la riunione Opec+.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli