Borse europee in rialzo. Rflettori puntati sulle elezioni Usa

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BPD.BE4,990,00
^FCHI4.431,81+26,15

A metà seduta le Borse europee si presentano tutte in territorio positivo dopo aver allungato il passo nel corso della mattinata in seguito ad un avvio poco mosso e incerto. Gli indici del Vecchio Continente trovano sostegno nell’andamento positivo dei futures Usa nel giorno delle elezioni presidenziali che decreteranno chi sarà il nuovo inquilino della Casa Bianca nei prossimi quattro anni. Gli investitori mostrano così un cauto ottimismo malgrado le incertezze sullo sfondo relative alla Grecia che oggi ha collocato titoli di Stato a 6 mesi per 1,3 miliardi di euro, registrando un lieve calo dei tassi di interesse. Intanto gli indici europei si muovono tutti di pari passo, con il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) in salita dello 0,65%, seguito dal Ftse100 e dal Dax30 che avanzano dello 0,62% entrambi. Non diversa la situazione se ci si sposta a Piazza Affari dove l’indice Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) viene fotografato ad un passo dall’area dei 15.650, con un vantaggio dello 0,61%. Non mancano le blue chips che si muovono in controtendenza e si tratta di Tenaris (Other OTC: TNRSF.PK - notizie) che scende dell‘1,6% complice la bocciatura di Goldman Sachs (NYSE: GS - notizie) . Nel settore oil è debole anche Saipem (Dusseldorf: 577305.DU - notizie) che cede lo 0,25%, mentre ENI (EUREX: E1NT.EX - notizie) riesce a fare anche meglio del Ftse Mib con un rialzo dell‘1,08%. In calo dello 0,23% A2A (MDD: A2A.MDD - notizie) in attesa dei risultati trimestrali e del piano industriale che saranno presentati dopodomani. Sulla parità Ferragamo e Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) , al pari di Enel (Madrid: ENE.MC - notizie) che è riuscito a recuperare le perdite registrate nella prima parte della mattinata dopo il taglio del rating deciso da Moody’s. Netto rimbalzo per Fiat Auto (Milano: F.MI - notizie) che dopo i recenti cali risale la china con un progresso del 2,64% e si spinge in avanti Ansaldo STS (Milano: STS.MI - notizie) che guadagna l‘1,73%.

, Riprende lo shopping sui bancari tra i quali si mettono in evidenza Banco Popolare (Berlino: B8Z.BE - notizie) con un vantaggio dell‘1,73%, seguito da Monte Paschi, Unicredit (EUREX: C2RI.EX - notizie) e Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) , tutti in salita di poco più dell’1%. A seguire troviamo Intesa Sanpaolo (Dusseldorf: 575913.DU - notizie) e Ubi Banca (Berlino: BPD.BE - notizie) che avanzano dello 0,97% e dello 0,8%, mentre Banca Popolare dell’Emilia romagna e Mediobanca (EUREX: 574959.EX - notizie) guadagnano lo 0,78% e lo 0,48%. Positive le indicazioni che arrivano dall’opposta sponda dell’Atlantico dove si dovrebbe assistere quest’oggi ad una partenza in progresso. Il future sull’S&P500 sale dello 0,25%, preceduto da quello sul Nasdaq100 che si apprezza dello 0,38%. Non si segnalano aggiornamenti di rilievo sul fronte macro Usa, visto che è in agenda solo l’indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa, con riferimento alla prima settimana di novembre. In calendario anche un discorso di John Williams, presidente della Fed di San Francisco, che parlerà della politica monetaria.

Dopo la chiusura dei mercati saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di News Corp, dai quali ci si attende un utile per azione di 0,38 dollari.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito