Borse europee in rosso. Piazza Affari in caduta libera

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
B8Z.BE1,730,82
BPD.BE4,990,00
^FCHI4.430,07+24,41

La prima seduta della nuova settimana prosegue in flessione per le Borse europee che si mantengono a non molta distanza dai minimi intraday. A frenare i listini contribuisce la chiusura contrastata di venerdì scorso a Wall Street, ma anche le incertezze relative alla Grecia, dopo che il Paese ha prorogato di un giorno il termine per il buy-back del suo debito, con l’obiettivo di convincere altri investiori a cedere i loro titoli di Stato entro domani alle ore 13. Il Ftse100 cala delllo 0,25%, mentre restano più indietro il Dax30 e il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) che arretrano rispettivamente dello 0,5% e dello 0,55%. In Europa i riflettori sono tutti puntati su Piazza Affari dove l’indice Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) accusa un crollo verticale, scendendo in area 15.150 punti, con un affondo del 3,49%. Forti tensioni sul fronte obbligazionario con lo spread BTP-Bund ad un passo dai 364 punti base, in rally di oltre il 10%. A scatenare il panico sul mercato italiano è l’incertezza politica alimentata dalle annunciate dimissioni di Mario Monti subito dopo l’approvazione della legge di stabilità. Tanto basta a seminare il panico tra gli investitori che sono sempre più preoccupati per lo scenario politico che potrà delinearsi nel nostro Paese, in vista delle elezioni che potrebbero tenersi già entro la fine di febbraio. L’unica blue chips capace di muoversi in controtendenza è STM che sale dell‘1,72% dopo la presentazione del nuovo piano industriale. Contengono le perdite Snam (Milano: SRG.MI - notizie) e Tod’s che calano dello 0,65% e dello 0,84%, mentre Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) e Diasorin (Berlino: 34D.BE - notizie) arretrano di oltre un punto. Le vendite si concentrano sui titoli del settoe bancario nel quale Banco Popolare (Berlino: B8Z.BE - notizie) e Monte Paschi accusano un ribasso di oltre il 7%, mentre Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) e Banca Popolare dell’Emilia Romagna cedono quasi sette punti insieme ad Intesa Sanpaolo (Dusseldorf: 575913.DU - notizie) e a Mediolanum (EUREX: 976622.EX - notizie) .

, In rosso del 6,3% Unicredit (EUREX: C2RI.EX - notizie) , seguito da Ubi Banca (Berlino: BPD.BE - notizie) che flette del 5,67%, mentre Mediobanca (EUREX: 574959.EX - notizie) viaggia in discesa di quasi il 5%. Tra i titoli più penalizzati dalle vendite troviamo anche Fiat Auto (Milano: F.MI - notizie) e A2A (MDD: A2A.MDD - notizie) che calano del 5,26% e del 4,86%. Deboli le indicazioni che arrivano intanto dall’opposta sponda dell’Atlantico dove si dovrebbe assistere ad una partenza in calo. Il future sull’S&P500 scende dello 0,2%, lasciando più indietro quello sul Nasdaq100 che perde lo 0,25%. Per la seduta odierna non sono previsti aggiornamenti macro di rilievo in America.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.587,43 0,25% 17:24 CEST
Eurostoxx 50 3.155,41 0,51% 17:12 CEST
Ftse 100 6.626,09 0,64% 17:12 CEST
Dax 9.411,89 +1,01% 17:12 CEST
Dow Jones 16.415,47 0,06% 17:28 CEST
Nikkei 225 14.417,53 0,00% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati