Borse europee incerte. Domina la paura del fiscal cliff

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
B8Z.BE1,730,82
BPD.BE4,990,00

Conclusione positiva quest’oggi per le piazze asiatiche che hanno visto il Nikkei 225 (Osaka: ^N225 - notizie) fermarsi appena sopra la parità, mentre è riuscito a fare decisamente meglio l’Hang Seng (HKSE: ^HSI - notizie) che si è apprezzato dell‘1,2%. I mercati asiatici non hanno così risentito della chiusura in rosso di Wall Street che invece frena le Borse europee. Nel Vecchio Continente i listini hanno avviato gli scambi in calo, e pur avendo già recuperato dai minimi intraday, si presentano ancora tutti preceduti dal segno meno. Il Dax30 limita i danni ad un frazionale calo dello 0,08%, mentre restano più indietro il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) e il Ftse100 che scendono rispettivamente dello 0,25% e dello 0,47%.

Gli investitori continuano a mostrarsi preoccupati per la questione del fiscal cliff dopo che ad ottobre, primo mese del nuovo anno fiscale, il deficit di bilancio in America è aumentato a 120 miliardi di dollari rispetto ai 98,47 dello stesso periodo dello scorso anno. Poco mossa intanto Piazza Affari dove l’indice Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) è sceso a testare l’area dei 15.250, per presentarsi ora a ridosso dei massimi intraday a 15.330 punti, con un frazionale calo dello 0,02%. Pioggia di vendite su Mediaset (Dusseldorf: MDS.DU - notizie) che lascia sul parterre il 4,7% all’indomani della diffusione dei risultati trimestrali. Non supera la prova dei conti neanche Monte Paschi che accusa un ribasso di quasi il 4,5%, seguito da Banca Popolare dell’Emilia Romagna e da Ubi Banca (Berlino: BPD.BE - notizie) che scendono dell‘1,48% e dell‘1,18%. Prese di profitto per Intesa Sanpaolo (Dusseldorf: 575913.DU - notizie) e Unicredit (EUREX: C2RI.EX - notizie) che cedono entrambi poco più dell’1% dopo il forte rally della vigilia. Si difendono meglio Banco Popolare (Berlino: B8Z.BE - notizie) e Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) che aretrano dello 0,94% e dello 0,79% e ancor più Mediobanca (EUREX: 574959.EX - notizie) che cala dello 0,35%.

, Scatta in avanti Finmeccanica (Xetra: A0ETQX - notizie) che recupera quasi un punto e mezzo, seguito da Fiat Industrial che avanza dell‘1,37%. Tra i titoli del Lingotto Exor guadagna lo 0,3% in attesa dei risultati trimestrali, mentre Fiat Auto (Milano: F.MI - notizie) perde l‘1,16%. Spunti positivi tra le utilities con Enel (Madrid: ENE.MC - notizie) e Atlantia (EUREX: AOPG.EX - notizie) che si apprezzano dell‘1,31% e dell‘1,18%, mentre Terna (Milano: TRN.MI - notizie) e Snam (Milano: SRG.MI - notizie) crescono dell‘1,04% e dello 0,9%, seguiti da A2A (MDD: A2A.MDD - notizie) e da Enel Green Power (Berlino: 11758488.BE - notizie) che viaggiano in ascesa dello 0,83% e dello 0,4%.

Sul fronte macro USA si guarderà all’indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e ancor più rilevanti saranno i prezzi alla produzione che ad ottobre dovrebbero evidenziare una variazione positiva dello 0,2%, in frenata rispetto all’1,1% precedente. Per il dato “core” le attese parlano di un rialzo dello 0,2% rispetto alla lettura in parità di settembre. Per le vendite al dettaglio di ottobre si stima un calo dello 0,1% rispetto al rialzo dell‘1,1% precedente, mentre al netto della componente auto le stime indicano un progresso dello 0,3% dall‘1,1% di settembre. Infine per le scorte delle imprese di settembre dovrebbero salire dello 0,4% dallo 0,6% di agosto. In serata, due ore prima del close di Wall Street, è prevista la pubblicazione delle minutes del FOMC, ossia dei verbali dell’ultima riunone della Fed del 23 e 24 ottobre scorsi.

Sul versante societario segnaliamo che prima dell’apertura degli scambi saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Abercrombie & Fitch e di Tyco International (NYSE: TYC - notizie) , dai quali ci si attende un utile per azione rispettivamente di 0,59 e di 0,35 dollari.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito