Borse europee negative a metà seduta, Madrid e Milano in maglia nera

Le principali borse europee sono a metà seduta negative, le peggiori sono Madrid e Milano che scendono di circa l'1,4%. Sul mercato pesa l'incertezza relativa all'esito delle elezioni presidenziali negli USA e alla situazione della Grecia. Domani gli elettori statunitensi si recheranno alle urne. La vittoria di uno o dell'altro candidato può significare sviluppi diametralmente opposti per alcuni settori chiave dell'economia. Questa settimana il Parlamento greco dovrà votare sul budget 2013 e sul nuovo pacchetto di misure di austerità. Il premier Antonis Samaras incontra non pochi ostacoli all'interno della coalizione di governo ed ha avvertito che se Atene dovesse uscire dall'euro sarebbe una catastrofe. Tra i bancari Deutsche Bank perde l'1,5%, Crédit Agricole lo 0,8% e BBVA l'1,7%. HSBC scede dell'1,3%. Il colosso finanziario ha generato lo scorso trimestre un utile adjusted inferiore alle previsioni degli analisti.
Il calo dei prezzi delle materie prime penalizza i minerari ed i petroliferi. Nel settore minerario Rio Tinto perde l'1,9% e Vedanta il 2,8%. Nel settore petrolifero BP perde l'1,5% e Total l'1,2%. Fiat perde l'1,5%. Goldman Sachs ha tagliato il suo rating sul titolo del Lingotto da "Buy" a "Neutral". Ryanair guadagna il 7,4%. La prima linea aerea europea a basso costo ha pubblicato una trimestrale migliore delle attese degli analisti ed alzato le sue previsioni per l'intero esercizio.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.534,52 +3,44% 16 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.139,26 +1,54% 16 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.584,17 0,65% 16 apr 17:35 CEST
Dax 9.317,82 +1,57% 16 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.424,85 +1,00% 16 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.463,52 0,32% 03:03 CEST

Ultime notizie dai mercati