Italia markets close in 2 hours 6 minutes
  • FTSE MIB

    21.843,01
    -245,35 (-1,11%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,02 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • Petrolio

    52,20
    -0,07 (-0,13%)
     
  • BTC-EUR

    28.554,21
    +1.064,49 (+3,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    697,22
    +20,32 (+3,00%)
     
  • Oro

    1.863,40
    +7,20 (+0,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2149
    -0,0025 (-0,21%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.564,53
    -37,88 (-1,05%)
     
  • EUR/GBP

    0,8878
    -0,0014 (-0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0776
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,5449
    -0,0050 (-0,32%)
     

Borse europee positive in avvio, attesa per il risultato del voto in Georgia

Valeria Panigada
·2 minuto per la lettura

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta di oggi con segno più, tentando il rimbalzo. Nei primi mi uti di contrattazione l'indice Eurostoxx 50 sale dello 0,68%. A Francoforte il Dax avanza dello 0,5%, a parigi il Cac40 guadagna lo 0,66% e a Londra l'indice Ftse 100 segna un +0,96%. Tuttavia il rialzo potrebbe essere di breve durata con i futures sugli indici statunitensi che si muovono in ordine sparso, in attesa dei risultati del secondo turno delle elezioni senatoriali in Georgia, che determinerà l'equilibrio politico nel Congresso degli Stati Uniti. Secondo i risultati provvisori, Democratici e Repubblicani sono testa a testa nelle due elezioni senatoriali della Georgia, ma gli operatori sembrano anticipare una vittoria per la parte democratica, che prenderebbe così il controllo del Senato degli Stati Uniti e lascerebbe più spazio di manovra al presidente eletto Joe Biden per attuare le sue riforme. Tuttavia, si teme che Biden possa eliminare i tagli fiscali introdotti dall'amministrazione Trump e attuare una regolamentazione più severa, in particolare nei confronti dei giganti americani della tecnologia. Sullo sfondo rimane l'evoluzione del coronavirus nel mondo. In Gran Bretagna 1 persona su 50, circa il 2% della popolazione, ha attualmente il Covid, cifra che sale a 1 su 30 nell'area di Londra. Lo ha detto il premier Boris Johnson, facendo riferimento alle stime dell'Office for National Statistics. Alla luce degli ultimi sviluppi, la Banca mondiale ha limato le stime di crescita mondiale per il 2021 da +4,2% a +4%, ma se i contagi continueranno ad aumentare e ci saranno ritardi nella campagna di vaccinazione la ripresa potrebbe rallentare a un +1,6%. La seduta odierna sarà poi movimentata da alcune indicazioni macro. Nel corso della mattina verrà diffuso l'indice Pmi servizi di Spagna, Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna ed intera Eurozona relativo al mese di dicembre. Nel pomeriggio è in programma l'aggiornamento sull'inflazione in Germania. Mentre dagli Stati Uniti giungeranno il sondaggio Adp sull'occupazione, gli ordini industriali e i dati sulle scorte di greggio. In serata, infine, verranno pubblicati i verbali dell'ultima riunione della Fed.