Le borse europee restano negative, pesa crisi politica in Italia

Le principali borse europee sono a metà seduta negative. Sull'umore degli investitori pesa la crisi politica in Italia. Il premier Mario Monti ha dichiarato di aver deciso di dimettersi. La Borsa di Milano perde al momento più del 3%. Forti vendite anche a Madrid. L'IBEX 35 scende dell'1,8%. Il ministro spagnolo di economia, Luis de Guindos, ha avvertito che l'incertezza sulla situazione politica in Italia ha ''un contagio immediato'' sul debito della Spagna. I bancari guidano la lista dei ribassi. Commerzbank perde il 2,8%, BNP Paribas il 2,6% e Intesa Sanpaolo il 6,6%. STMicroelectronics guadagna il 2,7%. Il primo produttore europeo di semiconduttori ha deciso di uscire da ST-Ericsson . RWE perde il 2%. BofA Merrill Lynch ha tagliato il suo rating sul titolo del gigante tedesco delle utilities da "Neutral" ad "Underperform".

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito