Italia markets close in 6 hours 9 minutes
  • FTSE MIB

    23.780,97
    +99,40 (+0,42%)
     
  • Dow Jones

    31.802,44
    +306,14 (+0,97%)
     
  • Nasdaq

    12.609,16
    -310,99 (-2,41%)
     
  • Nikkei 225

    29.027,94
    +284,69 (+0,99%)
     
  • Petrolio

    65,73
    +0,68 (+1,05%)
     
  • BTC-EUR

    45.570,74
    +3.473,79 (+8,25%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.095,38
    +71,17 (+6,95%)
     
  • Oro

    1.700,90
    +22,90 (+1,36%)
     
  • EUR/USD

    1,1906
    +0,0054 (+0,45%)
     
  • S&P 500

    3.821,35
    -20,59 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    28.773,23
    +232,40 (+0,81%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.778,48
    +15,24 (+0,40%)
     
  • EUR/GBP

    0,8582
    +0,0013 (+0,15%)
     
  • EUR/CHF

    1,1096
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,5010
    +0,0016 (+0,11%)
     

Borse europee in rosso sulla scia del nervosismo sui listini di Wall Street

Matia Venini
·2 minuto per la lettura
Borse europee in rosso sulla scia del nervosismo sui listini di Wall Street
Borse europee in rosso sulla scia del nervosismo sui listini di Wall Street

I listini del Vecchio Continente seguono i future USA: preoccupano il ritardo dei vaccini, le difficoltà per l'approvazione del piano di aiuti di Biden e la battaglia tra rialzisti ed hedge fund

Apertura negativa per le Borse Europee. Tutti i listini registrano cali significativi ben oltre il punto percentuale sulla scia del nervosismo di Wall Street. Il ritardo nella campagna di vaccinazione globale, i rallentamenti per l’approvazione del piano di aiuto da 1.900 miliardi di Biden e la “guerra” tra rialzisti e ribassisti che ha visto il proprio culmine nel caso GameStop, tengono i future USA in negativo. Piazza Affari ha aperto le contrattazioni a -1,6%, così come Londra e Madrid, mentre Francoforte ha ceduto l’1,4%. Un po’ meglio Parigi, in ribasso dello 0,7%. Spread Btp/Bund in leggero rialzo a 117,93 punti base.

UNA NUOVA SPERANZA

Si accende una nuova speranza nella lotta al virus con l’arrivo di un nuovo vaccino. La società biontech statunitense Novavax ha annunciato infatti nella notte che al termine della fase 3 condotta in Gran Bretagna il suo siero è risultato efficace all’89,3%. L’azienda ha poi specificato che il 50% dei test condotti ha riguardato la cosiddetta variante inglese. In Sudafrica, dove si è sviluppata una nuova forma di Covid, l’efficacia del nuovo vaccino si è fermata al 60%, percentuale che cala di 10 punti sui pazienti affetti anche da Aids. Dopo l’annuncio, il titolo Novavax ha registrato un rialzo del 26% sul Nasdaq. Il premier britannico Boris Johnson ha detto di essere pronto a fare scorta acquistando 60 milioni di dosi.

PFIZER E ASTRAZENECA

Nel frattempo l’Europa attende per oggi il via libera dell’Ema al vaccino di AstraZeneca, mentre lo stabilimento della Pfizer di Puurs, in Belgio, è tornato sui pieni livelli di produttività dopo aver registrato un calo dell’8% nelle ultime due settimane. Secondo le previsioni dell’azienda farmaceutica statunitense, l’aumento della produzione previsto entro la metà di febbraio dovrebbe bastare a compensare i ritardi registrati finora e consentire il rispetto delle spedizioni pattuite con l’Unione Europea per il primo trimestre del 2021.

MALE I LISTINI ASIATICI

Il ritardo nelle consegne dei vaccini in Europa preoccupa anche le Borse asiatiche, che hanno chiuso le contrattazioni caratterizzate da una forte volatilità. Il Nikkei ha perso l’1,84%, Shanghai lo 0,63%, mentre Hong Kong cede lo 0,6%. A preoccupare i listini anche il caso GameStop, con l’esercito di piccoli trader che rischia di far chiudere qualche hedge fund.

EURO IN CALO

Quotazioni del petrolio poco mosse in avvio di giornata. Il greggio Wti di riferimento sul mercato after hour di New York segna 52,20 dollari al barile, a fronte della quota di 52,34 dollari di ieri sera. Il Brent scende dello 0,04% a 55,51 dollari. Euro in calo, con la moneta unica che viene scambiata a 1,2100 dollari.