Italia markets open in 5 hours 46 minutes
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.680,71
    -419,67 (-1,44%)
     
  • EUR/USD

    1,2038
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    46.358,22
    +95,36 (+0,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.277,53
    +43,11 (+3,49%)
     
  • HANG SENG

    29.135,73
    +29,58 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     

Borse europee senza slancio dopo l'ultimo rally

Matia Venini
·2 minuto per la lettura
Borse europee senza slancio dopo l'ultimo rally
Borse europee senza slancio dopo l'ultimo rally

I listini del Vecchio Continente aprono senza entusiasmo vicino alla parità. Negli Stati Uniti c’è attesa per il piano di aiuti economici di Biden

Dopo un inizio settimana positivo, le Borse europee perdono slancio. I listini del Vecchio Continente hanno aperto le contrattazioni tutti sotto la parità, ma senza cali drastici. Il risultato peggiore è quello di Londra, in calo dello 0,4%, mentre tutti gli altri listini, compreso Piazza Affari, cedono lo 0,1%. Rimane stabile a 99 punti base lo spread Btp/Bund, che nella giornata di ieri è sceso sotto quota 100.

ATTESA PER IL PIANO DI AIUTI USA

Negli Stati Uniti, dopo un inizio settimana all’insegna della fiducia, torna la paura per l’inflazione. I mercati internazionali hanno gli occhi puntati sull’approvazione alla Camera dei Rappresentanti del pacchetto di aiuti economici da 1.900 miliardi di dollari. Il via libera potrebbe arrivare anche oggi, o comunque entro la fine della settimana. I futures di Wall Street viaggiano tutti leggermente al di sotto della parità, con i rendimenti dei Treasury a dieci anni in leggero calo a 1,53%.

L’ASIA RIMANE IN PIEDI

Il calo dei rendimenti dei bond decennali e il conseguente rimbalzo del Nasdaq vissuto nell’ultima sessione di Wall Street sostengono a stento le Borse asiatiche. Il Nikkei di Tokyo ha chiuso le contrattazioni a +0,03%, mentre Shanghai ha ceduto lo 0,05%. Meglio Hong Kong, che ha registrato un rialzo dello 0,24%.

SCENDE IL PETROLIO

Scende il prezzo del petrolio. Il Wti perde l’1,27% a 63,20 dollari al barile, mentre il Brent si attesta a 66,56 dollari, in calo dell’1,42%. Nel valutario, l’euro cede lo 0,21% nei confronti del biglietto verde; la moneta unica viene scambiata a 1,187 dollari.