Italia markets open in 3 hours 42 minutes
  • Dow Jones

    34.265,37
    -450,03 (-1,30%)
     
  • Nasdaq

    13.768,92
    -385,08 (-2,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.461,87
    -60,39 (-0,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1334
    -0,0021 (-0,18%)
     
  • BTC-EUR

    31.230,57
    -35,43 (-0,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    818,75
    +576,07 (+237,38%)
     
  • HANG SENG

    24.735,70
    -229,85 (-0,92%)
     
  • S&P 500

    4.397,94
    -84,79 (-1,89%)
     

Borse europee tentano il rimbalzo dopo il venerdì nero, focus rimane su variante Covid

·1 minuto per la lettura

Le Borse europee tentano il rimbalzo, dopo il venerdì nero a causa in scia alla scoperta di una variante del coronavirus, chiamata Omicron, le cui mutazioni potrebbero renderlo potenzialmente resistente ai vaccini. Nei primi minuti di contrattazione l'indice Eurostoxx 50 sale dell'1,2%. A Francoforte il Dax guadagna lo 0,9%, a Parigi il Cac40 segna un +1% e a Londra l'indice Ftse100 rimane più cauto con un +0,60%. Diversi paesi in Europa e in Asia hanno già inasprito le restrizioni ai viaggi poiché l'Organizzazione mondiale della sanità ha affermato domenica che non era ancora chiaro se questa variante avesse causato sintomi più gravi rispetto ad altri ceppi. Christine Lagarde, numero uno della Bce, ha dichiarato che l'area euro è meglio preparata ad affrontare l'impatto economico di una quinta ondata. In questo contesto gli investitori rimarranno attenti a eventuali nuovi annunci riguardanti la pandemia e seguiranno da vicino le due audizioni che il governatore della Fed, Powell, terrà al Congresso (martedì e mercoledì) per valutare se il rischio legato a questa nuova variante possa portare la Fed ad avere un atteggiamento più cauto. Intanto oggi gli operatori osserveranno la pubblicazione della prima stima dell'inflazione in Germania (in uscita alle 14.00), prevista in rialzo del 5,5% a novembre, secondo il consenso Reuters. Infine, sul fronte geopolitico, oggi riprendono i negoziati sul nucleare a Vienna tra Iran e le superpotenze allo scopo di potere ripristinare l’accordo del 2015 che era stato sciolto tre anni dopo in seguito alla decisione dell’ex presidente americano Donald Trump.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli