Italia Markets open in 6 hrs 15 mins

Borse Europee tutte in rosso. Londra e Francoforte le peggiori

Fabio Carbone
Una mappa dipinta di un rosso intenso quella delle maggiori borse europee. A Londra, tra le peggiori, pesa l’incertezza sulla Brexit. In Italia il FTSE MIB è rosso per le parole dell’UE.

La mappa delle borse europee è tutta in rosso, con Londra e Francoforte tra le peggiori di mercoledì 27 febbraio.

Si chiude male il mese di febbraio per le borse di tutto il mondo in realtà. Il Nasdaq ha chiuso a -0,07% e il Dow Jones a -0,13%; in Asia positiva tra le principali solo la Borsa di Tokyo con l’indice Nikkei su dello 0,50%, mentre Shanghai e Shenzhen chiudono in rosso.

Andamento delle borse europee 27 febbraio

Il FTSE 100 cede lo 0,55% alla Borsa di Londra, pesa come un macigno l’incertezza sul divorzio tra il Regno Unito e l’Unione Europea (Brexit). La numero uno di Downing Street spera ancora in un accordo con l’UE nel rispetto del voto popolare dei britannici, ma non tutti la pensano come lei e c’è chi nel suo governo preme affinché si arrivi a una richiesta di allungamento dei tempi del divorzio, per organizzare un nuovo referendum popolare. Tutti gli scenari sembrano possibili al momento.

La Borsa di Francoforte cede lo 0,50% (indice DAX), ma la più rossa di tutte è la Borsa di Amsterdam dove l’indice AEX è in rosso dello 0,7%.

Rosse anche tutte le altre principali borse europee:

  • Borsa di Parigi, indice CAC 40 -0,27%;
  • Borsa di Madrid, indice IBEX 35 -0,26%;
  • Borsa di Lisbona, indice PSI 20 -0,21%;
  • Borsa di Bruxelles, indice BEL 20 -0,48%;
  • Borsa di Zurigo, indice SMI -0,35%.

Andamento della Borsa di Milano e FTSE MIB 27 febbraio

La Borsa di Milano segue il trend negativo delle europee in questo mercoledì 27 febbraio, l’indice principale FTSE MIB cede lo 0,17% e si colloca a quota 20.425,18 punti.

Pesano le voci di una bocciatura della politica economica italiana che la Commissione UE si appresta a pubblicare nel rapporto sull’Italia di domani 28 febbraio.

Secondo la Commissione europea le misure messe in campo dal governo non stimolano adeguatamente la crescita economica, anzi, avranno l’effetto di aumentare solo il debito pubblico.

In particolare il reddito di cittadinanza avrebbe un impatto positivo sull’economia italiana di appena lo 0,15%, mentre l’introduzione di quota 100, per agevolare l’uscita dal lavoro le generazioni precedenti, non sarà in grado di stimolare l’occupazione in Italia.

Il vero e proprio giudizio sulla politica economica italiana arriverà solo dopo le elezioni europee e farà riferimento al Def di aprile. Ci penserà una Commissione UE completamente rinnovata nella sua componente politica a giudicare l’Italia e non è detto che troveremo politici altrettanto favorevoli al nostro Paese, come quelli attuali.

Migliori e peggiori titoli a Piazza Affari

Vediamo in breve quali sono i migliori ed i peggiori titoli azionari a Piazza Affari di oggi.

Migliori titoli italiani:

  • Fincantieri: +6,36% (1,254 €);
  • Technogym: +4,62% (11,33 €);
  • I.M.A: +2,36% (56,45 €).

Peggiori titoli italiani:

  • Biesse: -2,68% (20,34 €);
  • Piaggio: -1,62% (2,192 €);
  • Aeroporto Guglielmo Marconi: -1,51% (11,76 €).

Le azioni italiane più scambiate:

  • Bper: +0,91%;
  • Credito Valtellinese: -0,14%;
  • Unipolsai: +0,09%.

Spread BTP Italia – Bund a 10 anni 27 febbraio

Ulteriormente in calo il differenziale tra BTP Italia e Bund tedeschi a 10 anni. Al momento della pubblicazione lo spread è di 259,3 punti base con un massimo per ora di 260,7 punti base.

Restando in tema di titoli di stato, oggi si svolge al Tesoro l’asta dei titoli di medio – lungo periodo.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: