Borse in correzione. Piazza Affari resiste con le banche

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
UBI.MI7,000,53
SAPMY13,150,29
ISP.MI2,430,02
UCG.MI6,490,01
DVSAF0,0250,000

La nuova settimana è partita nel segno della cautela per i mercati azionari internazionali che non sembrano trovare un valido sostegno nella positiva conclusione di veenrdì scorso a Wall Street. Questa mattinata le piazze asiatiche hanno terminato gli scambi in calo, con l’Hang Seng in frazionale ribasso dello 0,01%, mentre è rimasto più indietro il Nikkei 225 che ha ceduto lo 0,83%. La cautela regna sovrana in Europa dove gli indici principali si muovono al di sotto della parità, complici anche alcune prese di profitto dopo i recenti rialzi. Il Ftse100 cala dello 0,26%, mentre restano più indietro il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) e il Dax30 che arretrano ripettivamente dello 0,35% e dello 0,37%. Diversa (Other OTC: DVSAF - notizie) la situazione se ci si sposta a Piazza Affari dove l’indice Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) si muove in controtendenza rispetto agli altri listini europei. Pur avendo già ritracciato dai massimi segnati in area 17.100, l’indice delle blue chips si mantiene in positivo con un rialzo dello 0,21% a ridosso dei 17.000 punti. A sostenere il nostro mercato è la buona intonazione dei titoli del settore bancario che beneficiano delle positive indicazioni arrivate dal Comitato di Basilea. Quest’ultimo ha allentato gli standard sui requisiti di capitale per gli istituti di credito e tanto basta a scatenare gli acquisti sui titoli del comparto. A brillare è nuovamente Banca Monte Paschi che dopo la corsa di venerdì scorso si regala il bis con un rally di oltre ll’11%. Molto bene Unicredit (Milano: UCG.MI - notizie) che viaggia in salita di oltre il 4%, seguto da Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) e Banco Popolare (Milano: BP.MI - notizie) che avanzano del 2,9% e del 2,48%. In rialzo di circa due punti e mezzo Intesa Sanpaolo (Milano: ISP.MI - notizie) , mentre Ubi Banca (Milano: UBI.MI - notizie) e Banca Popolare dell’Emilia Romagna si apprezzano dell‘1,8%, lasciando più indietro Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) con un vantaggio di circa un punto.

, In rialzo di circa un punto STM e Fiat Auto (Milano: F.MI - notizie) , mentre è debole Telecom Italia (Milano: TIT.MI - notizie) che cala di quasi mezzo punto percentuale. Deboli i titoli del settore petrolifero con Tenaris (Milano: TEN.MI - notizie) e Saipem (Other OTC: SAPMY - notizie) in flessione di quasi un punto e mezzo, mentre si difende decisamente meglio Saipem con un calo più contenuto dello 0,3%. Vendite sui protagonisti del settore utilities che vedono Terna (Milano: TRN.MI - notizie) in correzione dell‘1,5%, seguito da Snam (Milano: SRG.MI - notizie) che perde l‘1,29%, mente Enel Green Power ed Enel (Milano: ENEL.MI - notizie) viaggiano in rosso dell‘1,1% e dello 0,9%. Per la seduta odierna non sono previsti aggiornamenti macro di rilievo in America e non si segnalano eventi degni di nota per il momento.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito