Borse in rialzo al traino di Wall Street. Stecca Piazza Affari

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA28,96-1,13
UBI.MI7,000,53
SAPMY13,150,29
^DJI16.408,54-16,31
ISP.MI2,430,02

A circa un’ora dalla chiusura delle contrattazioni odierne le Borse europee si confermano in territorio positivo, incoraggiate dai segnali che arrivano dall’opposta sponda dell’Atlantico. A Wall Street i tre indici principali viaggiano tutti in salita, trainati in particolare dal Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) che sale dello 0,85%, nentre procedono in maniera più cauta l’S&P500 e il Nasdaq Composite, in ascesa dello 0,66% e dello 0,58%. Dal fronte macro sono arrivate indicazioni positivi sul numero di nuovi posti di lavoro nel settore agricolo, mentre il tasso di disoccupazione è salito a sorpresa al 7,9%. Bene la fiducia Michigan nella versione definitiva di gennaio e ha sorpreso in positivo anche l’indice ISM manifatturiero, al pari delle spese per le costruzioni che sono salite dello 0,9% rispetto allo 0,5% stimato. Intanto in Europa il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) sale dell‘1,32%, riuscendo a fare meglio del Ftse100 e del Dax30 che si apprezzano rispettivamente dello 0,94% e dello 0,73%. Diversa la situazione se ci si sposta a Piazza Affari che è l’unica a muoversi in controtendenza con il Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) a ridosso dei 17.300 punti, in ribasso dello 0,75%. A zavorrare il nostro mercato sono le vendite che stanno interessando i titoli del settore bancario dopo che la Procura di Trani ha avviato un’inchiesta sull’uso dei derivati da parte di alcune banche, tra cui Monte Paschi, Intesa Sanpaolo (Milano: ISP.MI - notizie) e Unicredit (Milano: UCG.MI - notizie) . Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) azioni della banca senese lasciano sul parterre quasi il 6%, mentre Intesa Sanpaolo e Unicredit flettono del 2,73% e del 2,35%, seguiti da Banca Popolare dell’Emilia Romagna e da Ubi Banca (Milano: UBI.MI - notizie) , in rosso dell‘1,61% e dell‘1,2%, mentre Banco Popolare (Milano: BP.MI - notizie) e Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) limitano i danni allo 0,32% e allo 0,18%. In netta controtendenza Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) che vanta un rally di oltre il 10% sulla scia dei rumors relativi alla possibile trasformazione della banca in Spa.

, Si rafforza Ferragamo che guadagna il 6%, e nello stsso settore si muovono bene Tod’s e Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) che crscono del 2,48% e dell‘1,53%. Bene Autogrill che vanta un rally di oltre il 4% dopo che la società ha avviato uno studio di fattibilità per lo spin-off del retail. Si conferma in netto rialzo STM che guadagna oltre quattro punti, mentre resta in flessione Saipem (Other OTC: SAPMY - notizie) che perde il 3,64% dopo il rimbalzo della vigilia.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito