Italia Markets closed

Borse in salita con buone notizie dalla Germania. Milano in pole

Davide Pantaleo
 

Dopo il week-end più lungo del solito che ha visto ieri il mercato chiuso per festività, la piazza azionaria giapponese è tornata agli scambi oggi, vivendo una seduta positiva. L'indice Nikkei 225 è salito dello 0,57% sulla scia dei segnali rialzisti arrivati ieri da Wall Street dove è rimasto indietro solo il Dow Jones, fermatosi appena sotto la parità.
La Borsa nipponica ha guadagnato terreno malgrado l'apprezzamento dello yen nei confronti del dollaro, con il cambio ritornato al di sotto di quota 113.

In positivo le Borse europee che allungano ulteriormente il passo e vedono il Dax30 in salita dello 0,15%, preceduto dal Ftse100 e dal Cac40 che si apprezzano rispettivamente dello 0,29% e dello 0,42%.

Sul fronte macro in Germania è stato diffuso il dato relativo alla produzione industriale che a novembre è cresciuta come non accadeva da otto anni, segnando un rialzo del 3,4%, in forte recupero rispetto alla lettura precedente rivista verso l'alto da -1,4% a -1,2% e battendo le attese del mercato che si era preparato ad un incremento meno marcato dell'1,8%.

Sempre in terra tedesca è stato reso noto il dato relativo alla bilancia commerciale che a novembre ha evidenziato un surplus pari a 22,3 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 19,9 miliardi precedenti e oltre i 20,9 miliardi stimati dagli analisti.

In Francia la bilancia commerciale a novembre ha mostrato un deficit di 5,7 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 5,3 miliardi di ottobre, deludendo le previsioni del mercato che aveva piazzato la sua scommessa su un dato pari a 4,7 miliardi di euro.

Gli investitori attendono di conoscere ora il tasso di disoccupazione in Europa che a novembre dovrebbe calare dall'8,8% all'8,7%.

Intanto prosegue in positivo anche Piazza Affari dove il Ftse Mib si spinge in direzione di area 23.000, fotografato negli ultimi minuti a 22.978 punti, in progresso dello 0,58%.

Tra le blue chips non si ferma la discesa di Salvatore Ferragamo (Londra: 0P52.L - notizie) che arretra dell'1,69%, mentre si muovono in positivo gli altri protagonisti del lusso tra i quali si segnala Moncler che avanza di quasi l'1%.

Segno meno per Mediaset (Londra: 0NE1.L - notizie) che cede lo 0,66% e si presentano al di sotto della parità anche Poste Italiane (Dusseldorf: 29884131.DU - notizie) e Brembo, con un calo rispettivamente dello 0,23% e dello 0,15%. In frazionale ribasso dello 0,07% Atlantia (Londra: 0I2R.L - notizie) dopo che la Consob spagnola ha confermato l'autorizzazione all'offerta pubblica del gruppo su Abertis (Amsterdam: IF6.AS - notizie) .

Scatta in avanti FinecoBank (MDD: FBK.MDD - notizie) con un rally di quasi il 3% sostenuto dai giudizio positivi dei broker dopo la buona raccolta di dicembre. Avanza anche Banca Generali con un vantaggio dell'1,38% dopo che l'ultimo mese del 2017 si è chiuso con una raccolta positiva per 634 milioni di euro.

Il rialzo dei prezzi del petrolio in direzione dei 62 dollari al barile favorisce gli acquisti su Tenaris (Amsterdam: TS6.AS - notizie) e Saipem (Londra: 0NWY.L - notizie) , entrambi in progresso di un punto percentuale, mentre resta indietro ENI (Londra: 0N9S.L - notizie) con un vantaggio dello 0,14%.

Spunti positivi nel settore bancario con Banco BPM in ascesa dell'1,41%, seguito da Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) che guadagna lo 0,88%, mentre Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) viaggia in salita dello 0,79% dopo che Moody's ha confermato i rating del gruppo, migliorando l'outlook da "stabile" a "positivo".
In rialzo di oltre mezzo punto Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) e Bper Banca, diversamente da Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) che cede lo 0,15%. 

Per oggi è previsto un solo dato macro in America e si tratta dell'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa. In calendario anche un discorso di Neel Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online