Italia Markets open in 4 hrs 26 mins

Borse: l’ottava parte alla grande

Giancarlo Marcotti
 

Wall Street sui massimi storici contagia anche le Piazze europee che iniziano la settimana con una seduta decisamente positiva.

Londra (+0,9%), Parigi (+1,1%) e Francoforte (+1,4%) festeggiano la pioggia di liquidità con la quale le Banche Centrali inondano il mercato.

Avendo ancora da recuperare rispetto ai minimi, e nonostante quindi una situazione politica diciamo … problematica, ecco che anche oggi il nostro Ftse Mib (+1,64%) ha messo a segno la miglior performance di giornata.

A trainare il nostro indice principale, naturalmente, i titoli della galassia Agnelli, l’affaire PSA, per molti una vendita “mascherata”, gonfia i titoli del gruppo.

Stenta sui circuiti di Formula 1 , ma surclassa tutti sui listini di Borsa Ferrari (+6,51%) che vola al massimo storico facendo segnare al fixing 153,85 euro dopo aver toccato in intraday un massimo a quota 155,15 euro.

Alle sue spalle Cnh Industrial (+4,50%) al miglior fixing dell’anno, quindi Leonardo (+3,99%) che è arrivato a sfiorare quota 11 euro.

Bissa l’ottima performance realizzata nell’ultima seduta della scorsa settimana Saipem (+3,77%), quota 4 euro ha “tenuto” un’altra volta. Giornata comunque decisamente brillante per l’intero comparto petrolifero: Eni (+1,97%) e Tenaris (+1,73%).

Detto di Pirelli (+3,44%), come al solito molto volatile, arriviamo al comparto bancario che ha dato un contributo determinante al guadagno del nostro indice principale in particolare grazie a Bper Banca (+3,22%) ed Ubi Banca (+3,22%) che secondo le voci di corridoio sarebbero destinate ad un futuro matrimonio.

Molto bene anche Banco BPM (+2,73%), più ridotti i guadagni delle Big: Mediobanca (+2,14%), Unicredit (+2,12%) ed Intesa Sanpaolo (+1,45%). Chiude sul massimo di giornata Finecobank (+2,84%).

Segnalo infine l’ennesima seduta brillante di Prysmian (+2,55%) che dopo un 2018 perlomeno problematico nell’anno in corso si sta riprendendo alla grande (+32% da inizio anno).

Qualche presa di beneficio su Amplifon (-1,04%), Juventus (-0,53%) e Terna (-0,47%).

Positivi, anche se non sui massimi di giornata i principali indici a stelle e strisce, sale in particolare il Nasdaq grazie ad Amazon e Google.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Sei un appassionato di trading?

Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/

Autore: Giancarlo Marcotti Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online