Italia Markets closed

Borse: l'ottava si conclude nel segno di Wall Street

Giancarlo Marcotti
 

Dopo un’ottima partenza la nostra Piazza Affari, aveva improvvisamente perso tutto il guadagno arrivando anche sotto la linea della parità, ma ci pensava Wall Street, come al solito, a far tornare la fiducia … e gli acquisti.

Al termine della seduta, e della settimana, il nostro Ftse Mib (+0,46%) aveva immediatamente recuperato quota 23.500 punti.

Segni più anche nel resto d’Europa, ancora debole Londra (+0,1%), mentre mettono a segno rialzi più consistenti Francoforte (+0,5%) e Parigi (+0,7%).

Ma torniamo subito al nostro indice principale che anche oggi vede in vetta Azimut (+2,71%), ormai penso l’abbiano capito tutti che il patto di sindacato formato da gestori, consulenti e dipendenti dell’azienda rende il titolo “anomalo” ed estremamente volatile, dall’inizio dell’anno sta guadagnando il 156,6% non proprio una cosa “normale”.

Alle sue spalle ennesimo massimo storico anche per Hera (+2,37%) in una giornata decisamente contrastata per le utilities, se infatti gli acquisti hanno premiato anche A2A (+0,77%), Terna (+0,37%) e Snam Rete Gas (+0,22%), le vendite hanno affossato Enel (-0,19%) e soprattutto Italgas (-0,88%).

Sul fondo troviamo però Salvatore Ferragamo (-1,79%) che quindi perde parte dei guadagni accumulati con la trimestrale.

Ma torniamo a guardare le parti alte della classifica, sul terzo gradino del podio sale Prysmian (+2,19%) che conferma così il rimbalzo della vigilia.

Rialzi superiori al punto percentuale anche per Campari (+1,52%), Diasorin (+1,47%), Saipem (+1,38%) Stmicroelectronics (+1,29%) ed Exor (+1,06%) tornato nuovamente ad un soffio dal proprio massimo assoluto.

Wall Street, inutile quasi sottolinearlo, continua a salire, d’altronde dove potrebbero andare tutti i miliardi fabbricati da Powell il Presidente della Fed?

Trump l’ha avuta vinta e gongola nonostante l’impeachment.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Sei un appassionato di trading?

Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/

Autore: Giancarlo Marcotti Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online