Italia Markets close in 8 hrs 6 mins

Borse, mamma mia che sberla!

Giancarlo Marcotti
 

Male Londra (-1,1%), molto male Parigi (-1,8%), malissimo Francoforte (-2,7%). La Borsa tedesca è stata zavorrata dai cali di Deutsche Bank (IOB: 0H7D.IL - notizie) (-6,3%) e di Commerzbank (Londra: 21170377.L - notizie) (-6,2%).

Giornata totalmente da dimenticare per il comparto auto: pesanti vendite su Daimler (Swiss: DAI-EUR.SW - notizie) (-5,2%), Volkswagen (Xetra: 766400 - notizie) (-4,7%), Continental (Milano: CON.MI - notizie) (-4,3%) e Bmw (EUREX: BMWE.EX - notizie) (-3,3%) in una giornata nella quale nessun titolo dell’indice Dax30 si è salvato dalle vendite, insomma seduta “all reds”.

Ovviamente la nostra Piazza Affari non poteva fare eccezione, la performance del Ftse Mib (-2,59%) è stata determinata soprattutto dal crollo di Fiat Chrysler (-12,20%), determinato dalla delusione non solo dei conti del 2018, ma anche dell’outlook sul 2019.

Seduta pesantissima anche per Saipem (EUREX: 577305.EX - notizie) (-6,09%) tornato così sotto quota 4 euro e Prysmian (EUREX: 3056144.EX - notizie) (-5,78%) che oggi vale un euro di meno rispetto a ieri.

Ribassi superiori ai quattro punti percentuali anche per Exor (-4,73%), Stmicroelectronics (Amsterdam: ST8.AS - notizie) (-4,58%), Amplifon (MDD: 2552588.MDD - notizie) (-4,10%) e Pirelli (-4,07%).

Brusco dietro front infine anche per Leonardo (-3,78%) che interrompe così una bella sequenza di rialzi.

Quattro titoli, tuttavia, hanno concluso la seduta al di sopra della linea della parità, vanno evidenziate in particolare le performances di Diasorin (EUREX: 3242311.EX - notizie) (+1,37%) tornato a superare quota 85 euro, un livello dal quale aveva pesantemente stornato nei primi giorni dello scorso mese di novembre, e Cnh Industrial (+1,21%) che però termina a grande distanza dai massimi del giorno.

In controtendenza rispetto al settore di appartenenza Banco BPM (+0,84%) ed infine il “solito” Campari (Milano: CPR.MI - notizie) (+0,38%).

Al momento i tre principali indici americani stanno lasciando sul terreno oltre un punto percentuale.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Sei un appassionato di trading?
Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/

Autore: Giancarlo Marcotti Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online