Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.751,32
    -63,07 (-0,18%)
     
  • Nasdaq

    15.181,92
    +20,39 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    30.323,34
    -188,37 (-0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1772
    -0,0054 (-0,46%)
     
  • BTC-EUR

    40.361,47
    -887,42 (-2,15%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.209,85
    -23,43 (-1,90%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    -365,36 (-1,46%)
     
  • S&P 500

    4.473,75
    -6,95 (-0,16%)
     

Borse prudenti prima di Jackson Hole, attesa per le mosse della Federal Reserve

·2 minuto per la lettura
Borse prudenti prima di Jackson Hole, attesa per le mosse della Federal Reserve
Borse prudenti prima di Jackson Hole, attesa per le mosse della Federal Reserve

Avvio all’insegna della cautela per i listini del Vecchio Continente, con gli investitori che aspettano il discorso dei Powell in programma domani a Jackson Hole. Ifo, peggiorano le esportazioni tedesche

Le Borse europee aprono le contrattazioni sotto la parità, frenate dai timori legati alla diffusione della variante Delta del Covid che hanno rallentato anche i listini asiatici. A Milano il Ftse Mib in apertura segna -0,38%, a Francoforte il Dax -0,63%, il Cac 40 di Parigi -0,43%, l’Ibex 35 di Madrid -0,54% e il Ftse 100 di Londra -0,52%. A Tokyo l’indice Nikkei chiude a +0,06%, con gli investitori che attendono le indicazioni del simposio di Jackson Hole.

ASIA IN ROSSO

Le Borse orientali non hanno beneficiato dell’ennesima chiusura record di Wall Street, ma sui listini asiatici ha prevalso il timore legato al diffondersi dei nuovi casi, soprattutto in Corea del Sud, che ha contribuito a riportare sotto la lente degli investitori l’outlook di politica monetaria delle banche centrali.

ATTESA PER POWELL

Sale l’attesa per l’intervento in programma domani a Jackson Hole, del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell. Si attendono segnali sulle prossime mosse della banca centrale Usa per continuare a supportare l’economia americana che risente del recente aumento di casi e ricoveri per la nuova ondata di Covid.

PETROLIO SU, IN GERMANIA GIÙ LE ESPORTAZIONI

Sul fronte macro, le esportazioni della Germania perdono slancio e il sentiment tra gli esportatori tedeschi peggiora. L’indice Ifo mette in evidenza come le aspettative nel settore manifatturiero siano crollate a 16,6 punti ad agosto, in calo dai 23,1 punti di luglio. Il petrolio è in recupero, con il Brent che ha messo a segno un balzo del +9% rispetto alla scorsa settimana: oggi la quotazione è poco mossa ma resta sopra quota 72 dollari al barile, mentre il Wti sfiora quota 68 dollari al barile (+0,59%).

ALTRE NEWS DI FINANCIALOUNGE.COM:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli