Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.422,40
    +158,92 (+0,54%)
     
  • Nasdaq

    11.818,57
    -36,40 (-0,31%)
     
  • Nikkei 225

    25.527,37
    -106,93 (-0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,1825
    -0,0038 (-0,32%)
     
  • BTC-EUR

    15.477,59
    -75,48 (-0,49%)
     
  • CMC Crypto 200

    361,25
    -0,18 (-0,05%)
     
  • HANG SENG

    26.486,20
    +34,66 (+0,13%)
     
  • S&P 500

    3.560,47
    +2,93 (+0,08%)
     

Borse in rosso con Wall Street fredda su ultimi conti di Apple e Amazon

Fabrizio Arnhold
·2 minuto per la lettura
Borse in rosso con Wall Street fredda <br /> su ultimi conti di Apple e Amazon
Borse in rosso con Wall Street fredda
su ultimi conti di Apple e Amazon

Avvio in calo per i listini del Vecchio Continente, rallentati dall’ondata di casi Covid e dalle trimestrali tech Usa che non hanno scaldato Wall Street. Petrolio in caduta

Si preannuncia un’altra giornata difficile per le Borse europee che aprono in rosso. I listini restano nervosi a causa dell’imminente voto americano, per l’aumento di contagi Covid con l’ipotesi di nuovi lockdown, e raffreddati da Wall Street dopo le ultime trimestrali dei big tech. Milano apre a -1,04%, Francoforte -1,47%, Parigi -1,06%, Madrid -0,87% e Londra -0,67%. La Borsa di Tokyo chiude in deciso calo, con l’indice Nikkei a -1,52%.

L’AUMENTO DI CASI

Tra i fattori di maggiore preoccupazione per gli investitori, resta l’aumento dei casi da coronavirus in Europa, con Francia e Germania che hanno ripristinato parziali lockdown e questo fa crescere i dubbi sulla reale ripresa economica globale. In Italia non si arresta la crescita dei contagi, con l’eventualità di nuove restrizioni, soprattutto a Milano e Napoli, che diventano sempre più concrete.

L’EFFETTO DELLE TRIMESTRALI USA

Oggi da valutare anche quale sarà l’effetto sui listini delle trimestrali delle big tech Usa che ieri a mercati chiusi hanno diffuso i conti, con un aumento dei profitti del 29%. Le azioni Apple sono scese del 4%, dopo che Cupertino ha riportato un calo del 16% nelle vendite di iPhone e non ha entusiasmato gli investitori nelle previsioni per il trimestre successivo. La azioni di Alphabet sono invece cresciute del 7%, dopo i conti oltre le aspettative, mentre Twitter è crollato del 14%, a seguito di un aumento al di sotto delle attese per i nuovi utenti. Amazon, nonostante i risultati da record nel trimestre, ha chiuso in calo dell’1,87%. I future di Wall Street di oggi restano in calo.

PETROLIO IN CADUTA, SPREAD GIÙ

Dopo l’intervento di ieri della Bce, che ha aperto a nuove misure di espansione a dicembre, resta ancora debole l’euro a 1,167 dollari. Non rallenta il calo del prezzo del greggio, con il Wti scambiato a 35,82 dollari al barile (-0,97%), mentre il Brent scende a 37,26 dollari al barile, cedendo oltre un punto percentuale. Lo spread apre in calo a 134 punti base, in calo di un punto base rispetto alla chiusura di ieri.