Borse Ue in rosso sulla scia di Wall Street

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA28,96-1,13
UBI.MI7,000,53
ENEL.MI4,080,00
FTSEMIB.MI21.613,30+78,78
BP.MI15,400,32

A poco più di un’ora dalla chiusura delle contrattazioni odierne, le Borse europee continuano a muoversi tutte in calo, sulla scia dei segnali negativi che arrivano da Wall Street. Il Dax30 ha chiuso gli scambi in anticipo fermandosi a 7.612 punti, con una flessione dello 0,57%, e il Ftse100 prosegue in rosso dello 0,56%, lasciando più indietro il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) che arretra dell‘1,27%. Dal fronte macro americano sono arrivate indicazioni migliori delle attese con l’indice Chicago PMI salito a dicembre a 51,6 punti rispetto ai 51 previsti, mentre l’indice relativo alle vendite di case con contratti in corso ha evidenziato un rialzo dell‘1,7% contro l’1% messo in conto dagli analisti. Questo però non basta ad offrire un sostegno ai listini a stelle e strisce che continuano a pagare pegno sulla scia delle incertezze relative al fiscal cliff, in attesa dell’incontro odierno alla Casa Bianca, dove sono stati convocati dal presidente Obama i leader dei Repubblicani e dei Democratici per cercare di trovare un accordo. Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) vendite continuano a dominare la scena anche a Piazza Affari dove l’indice Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) viene fotografato a ridosso dei 16.300 punti, con un ribasso dello 0,61%. Poche le blue chips capaci di muoversi in controtendenza e tra quelle che si mettono maggiormente in evidenza troviamo Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) e Autogrill (Milano: AGL.MI - notizie) che salgono dello 0,61% e dello 0,51%. Poco sopra la parità Ansaldo STS (Other OTC: ASDOF - notizie) ed Exor (Other OTC: EXORF - notizie) , con un progresso dello 0,21%, seguiti da Fiat Industrial (Other OTC: FNDSF - notizie) e da STM che crescono dello 0,18% e dello 0,09%. Resta sotto pressione Mediaset (Other OTC: MDIUY - notizie) che occupa l’ultima posizione nel paniere del Ftse Mib con una flessione dell‘1,83%. vendite anche su Enel (Milano: ENEL.MI - notizie) che scende dell‘1,38%, seguito da Tenaris (Milano: TEN.MI - notizie) che perde un punto.

, In rosso i titoli del settore bancario tra i quali ad avere la peggio sono Unicredit (Milano: UCG.MI - notizie) e Intesa Sanpaolo (Milano: ISP.MI - notizie) con un calo dello 0,8% e dello 0,76%. Banco Popolare (Milano: BP.MI - notizie) e Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) scendono dello 0,71% e dello 0,61%, mentre Ubi banca (Milano: UBI.MI - notizie) e Banca Popolare dell’Emilia Romagna viaggiano in rosso dello 0,2%. Cerca di mantenersi a ridosso della parità Monte Paschi con un frazionale rialzo dello 0,05% e riesce a fare leggermente meglio Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) che cresce dello 0,26%.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito