Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.838,96
    +580,64 (+1,69%)
     
  • Nasdaq

    15.063,98
    +167,13 (+1,12%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1752
    +0,0056 (+0,48%)
     
  • BTC-EUR

    37.904,37
    +1.018,05 (+2,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.116,84
    +7,91 (+0,71%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.460,29
    +64,65 (+1,47%)
     

Borse Ue piatte in attesa dell’inflazione Usa

·2 minuto per la lettura
Borse Ue piatte in attesa dell’inflazione Usa
Borse Ue piatte in attesa dell’inflazione Usa

Avvio senza slancio per i listini del Vecchio Continente, dopo la giornata di rialzi di ieri. A Milano in evidenza i titoli petroliferi, che beneficiano del prezzo in rialzo del greggio

Le Borse europee iniziano la giornata senza spunti, all’insegna della cautela, dopo i rialzi di ieri. A Milano il Ftse Mib in avvio segna +0,16%, il Dax di Francoforte +0,07%, il Cac 40 di Parigi -0,21%, a Madrid l’Ibex 35 +0,02% e il Ftse 100 di Londra -0,31%. La Borsa di Tokyo chiude al top, con l’indice Nikkei a +0,70%, a 30670,10 punti, livello più alto da agosto del 1990.

TOKYO AL TOP

Il mercato giapponese ha messo a segno rialzi già dalle scorse settimane, quando il premier Suga ha annunciato che non si ricandiderà. I listini nipponici hanno quindi beneficato delle prospettive di una nuova squadra di governo. A dare fiducia agli investitori anche i progressi della vaccinazione contro il Covid che in Giappone ha raggiunto oltre il 50% della popolazione. La curva dei nuovi casi di coronavirus continua a diminuire, dopo i picchi toccati lo scorso agosto.

IL DATO SULL’INFLAZIONE USA

Sul versante macro, il dato chiave della giornata di oggi è quello atteso nel pomeriggio sull’inflazione americana di agosto, indicatore importante in vista della riunione della Federal Reserve della prossima settimana.

PETROLIO IN RIALZO

Continua la risalita del prezzo del greggio perché l’uragano Nicholas è arrivato a toccare le coste del Texas, a poche settimane dal passaggio di Ida. Il Wti con scadenza ottobre è scambiato a 70,96 dollari al barile, mentre il Brent con scadenza a novembre è quotato 74,02 dollari al barile. A Piazza Affari spicca Saipem (+1,45%) e Eni (+0,8%). Lo spread apre la giornata di scambi stabile a 101 punti base, mentre il cambio euro/dollaro si conferma poco sopra quota 1,18.

ALTRE NEWS DI FINANCIALOUNGE.COM:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli