Italia Markets closed

Bpar: rapporto crediti deteriorati e impieghi in linea con sistema

Sen

Roma, 23 dic. (askanews) - La Banca Popolare di Ragusa, in relazione alle notizie sulle cridi degli istituti popolari, in una nota precisa di avere un rapporto tra crediti deteriorati e impieghi in linea con il sistema bancario grazie a due operazioni di cessione di Npl per 800 milioni di euro.

"Le scelte strategiche ed organizzative poste in essere - spiega l'istituto - hanno portato il rapporto tra crediti deteriorati netti e totale impieghi al 7,9%, valore in linea con il sistema bancario. A settembre 2019 il CET1 phase-in è pari al 25,68%, in ulteriore incremento rispetto a dicembre 2018 e tra i più alti dell'intero sistema bancario. Per fine anno il Texas Ratio è atteso scendere intorno al 41%".

"Inoltre, proprio grazie alla sua ingente patrimonializzazione - prosegue la nota -, Bapr, oltre ad avere istituito un Fondo a favore dei soci 'gravemente malati ed indigenti', ha stanziato 6 milioni di euro per sostenere la liquidabilità delle proprie azioni sul mercato Hi-Mtf, tramite il supporto di Equita Sim e dopo aver ricevuto le necessarie e preventive autorizzazioni da parte delle competenti Autorità di Vigilanza. Bapr è stata non solo la prima banca Popolare ad attivarsi in tal senso, ma è anche quella che lo sta facendo per l'importo più elevato".

"Bap ha effettuato l'ultimo aumento di capitale straordinario nel lontano 1995 - conclude la nota -: fino al 2011 gli aumenti di capitale in emissione ordinaria sono stati effettuati solamente per sopperire ad un eccesso di domande di acquisto, e quindi 'contingentando' tale eccesso, imponendo dei limiti massimi per nominativo, proprio perché la Banca non aveva e non ha alcuna necessità di incrementare il proprio patrimonio".