Italia markets closed

Bper balza dopo revisione prezzo acquisto sportelli in Opa Intesa-Ubi

Bper Banca in forte rialzo a Piazza Affari dopo la modifica dell'accordo sull'acquisto di 400-500 sportelli nell'ambito dell'Ops di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca che prevede una possibile riduzione del prezzo che l'istituto emiliano dovrà pagare in base all'andamento del mercato.

Il titolo balza dell'8% circa a 2,492 euro in un settore bancario italiano che guadagna oltre il 3%. Dall'annuncio dell'Ops di Intesa, lo scorso 17 febbraio, e in scia al crollo di tutti i mercati per lo scoppio dell'emergenza del coronavirus, il titolo Bper ha quasi dimezzato il suo valore.

Il corrispettivo è stato ora rideterminato in un importo pari al minore tra quello originariamente concordato, ovvero il 55% del patrimonio in termini di Cet1 relativo al ramo ceduto, e l'80% del multiplo implicito pagato da Intesa per il patrimonio in termini di Cet1 di Ubi.

Questo meccanismo garantisce a Bper un prezzo di acquisto degli sportelli, in cash, più coerente con gli attuali corsi di borsa e si riduce pertanto l'importo dell'aumento di capitale che Bper dovrà effettuare.

"In base ai nostri calcoli e ai prezzi attuali di Intesa, Bper dovrebbe investire circa 400 milioni nell'acquisizione rispetto ai 780 milioni previsti originariamente, con uno 'sconto' - ai prezzi attuali di Intesa - di 350/400 milioni rispetto alla valutazione originaria", scrive Equita Sim in una nota.

Di conseguenza, aggiunge il broker, il minor prezzo consente "di diminuire di pari importo l`entità dell'aumento di capitale sul mercato (da 800 milioni a circa 400 milioni, di cui solo circa 300 milioni sul mercato) riducendo quindi l`execution risk del deal"


(Andrea Mandalà, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)