Italia markets close in 7 hours 3 minutes
  • FTSE MIB

    22.162,95
    +101,97 (+0,46%)
     
  • Dow Jones

    29.638,64
    -271,73 (-0,91%)
     
  • Nasdaq

    12.198,74
    -7,11 (-0,06%)
     
  • Nikkei 225

    26.787,54
    +353,92 (+1,34%)
     
  • Petrolio

    45,64
    +0,30 (+0,66%)
     
  • BTC-EUR

    16.276,45
    +25,44 (+0,16%)
     
  • CMC Crypto 200

    383,79
    +19,20 (+5,27%)
     
  • Oro

    1.795,00
    +14,10 (+0,79%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0046 (+0,38%)
     
  • S&P 500

    3.621,63
    -16,72 (-0,46%)
     
  • HANG SENG

    26.567,68
    +226,19 (+0,86%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,12
    +34,58 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8951
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CHF

    1,0853
    +0,0021 (+0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,5518
    +0,0005 (+0,03%)
     

Bper schizza in vetta al Ftse Mib con rally +5%: per Goldman Sachs intravede margine rialzo +71%

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

Bper in vetta al listino del Ftse Mib, dopo la nota dedicata alle banche italiane diffusa da Goldman Sachs: "Local Picture: 3Q lacklustre profitability priced in; capital build key for distribution. Buy UCG, ISP and Bper": ovvero "La debole redditività del terzo trimestre è prezzata nei titoli. Accumulazione di capitale fattore chiave per la distribuzione (di dividendi) Buy su UniCredit, Intesa SanPaolo e Bper". Gli analisti hanno confermato il buy su Bper Banca, con il target price rivisto al rialzo a 2,25 euro, dai precedenti 2,20 euro (+2,3%). Goldman Sachs intravede così un margine di rialzo di ben +71%, rispetto ai valori attuali dell'azione. "Il nostro target sul prezzo incorpora un valore fondamentale ROTE/COE di 1,95 euro ponderato al 70%, e un valore M&A di 3 euro, ponderato al 30%", si legge nella nota. Le stime sull'eps del periodo 2021-24 sono state alzate del 7% in media, per riflettere i minori accantonamenti previsti per le perdite sui crediti. Bper guadagna a Piazza Affari di oltre +5%, a quota 1,41 euro. Nel report Goldman Sachs ha scritto che i progressi e in particolar modo l'avvento dei vaccini anti-Covid (recentemente annunciati da parte di Pfizer e Moderna), sono gli elementi che dovrebbero portare la Bce a dire basta al congelamento dei dividendi e delle operazioni di buyback.