Italia markets closed

Brevetti: richieste Italia crescono più della media Ue, +1,2%

Glv

Roma, 12 mar. (askanews) - L'Italia cresce più della media dei paesi Ue nelle richieste di brevetti all'European patent office (Epo). Sulla base delle statistiche pubblicate nell'Indice dei brevetti 2019, le domande inoltrate dall'Italia all'Epo sono aumentate dell'1,2%, con una performance migliore sia rispetto all'anno prima (+1%) sia rispetto alla media dei 28 paesi Ue (+0,9%).

Nel 2019 società e inventori residenti in Italia "hanno inoltrato 4.456 richieste di brevetti, proseguendo così un trend positivo che continua ormai da cinque anni e che ha portato, in questo arco di tempo, a una crescita pari al 22% dal 2014".

Nel complesso, l'anno scorso l'European patent office ha ricevuto richieste per più di 181mila brevetti (nuovo record), con un aumento del 4% rispetto al 2018. Di queste, solo il 45% delle domande era di provenienza dei 38 paesi aderenti all'Epo mentre il 55% arriva da altre aree. I primi cinque paesi per numero di richieste sono gli Stati Uniti (25% del totale), la Germania (15%), il Giappone (12%), la Cina (7%) e la Francia (6%).

L'aumento delle richieste nel 2019 è stato sostenuto soprattutto dalla crescita robusta della Cina, degli Stati Uniti e della Corea del Sud. Altro trend molto evidente sembra essere l'ascesa delle richieste di brevetto nei settori della Comunicazione digitale e della Computer technology, che riflettono l'importanza in rapido aumento delle tecnologie correlate alla trasformazione digitale.

"Essendo cresciute per cinque anni di fila - sottolinea il presidente dell'Epo, Antonio Campinos - le domande di brevetto italiane confermano una tendenza in netto apprezzamento. È la conseguenza degli incessanti investimenti a lungo termine nei settori della Ricerca e Sviluppo e del ruolo chiave giocato dai brevetti nell'incentivare la capacità delle imprese italiane di innovare e rimanere competitive".

"La forza del settore dei trasporti - aggiunge Campinos - e l'elevata crescita nelle richieste di brevetti in altre aree, come quelle dei macchinari speciali, dimostrano quali sono le specialità nelle quali l'Europa è particolarmente forte".