Italia Markets closed

Btp, positivi meglio di zona euro, spread tocca minimi da 19 dicembre

MILANO (Reuters) - MILANO, 12 gennaio (Reuters) - In un mercato dai volumi in crescita e che ha reagito in modo composto ai toni aggressivi dei resoconti Bce di ieri, la carta italiana scambia in territorio positivo, con un andamento migliore rispetto al resto del comparto europeo che, in generale, beneficia dei progressi sul fronte politico tedesco ed europeo.

** Dopo un lungo negoziato, i conservatori della cancelliera tedesca Angela Merkel e il partito socialdemocratico Spd si sono accordati su un programma per avviare formalmente le trattative per una coalizione di stampo europeista, che dovrebbe porre fine a mesi di incertezza politica.

** A sostenere in particolare i Btp, secondo alcuni operatori, il fatto che nel quadro di un asse europeista franco-tedesco ci sia posto posto anche per l'Italia. Nell'incontro di ieri a Roma infatti, il presidente francese Emmanuel Macron ha detto di ritenere una fortuna che l'Unione europea si sia confrontata con un premier italiano come Paolo Gentiloni e, in vista del voto di marzo, si augura di poter ancora lavorare con lui.

** L'Italia è inoltre reduce da performance positive dal lato primario, con il mercato che ieri ha digerito agevolmente le aste dei Btp e 3 e 7 anni e il lancio via sindacato del nuovo Btp a 20 anni che mercoledì ha registrato un boom di ordini. Nel pomeriggio sono attese le riaperture delle aste di ieri con 450 milioni di euro supplementari a disposizione degli specialist per ciascun titolo.

** "Buona parte della spinta che sostiene oggi i Btp arriva dal tratto 20 e 30 anni, che sale dopo il sindacato del nuovo 20 anni", spiega un operatore di una banca italiana.

** Attorno alle 12,15, la forbice dei rendimenti tra il decennale italiano e quello tedesco vale 150 punti base, dopo un tuffo a 148 (minimo dal 19 dicembre), dai 154 di ieri sera. Alla stessa ora il tasso del decennale di riferimento scambia a 2,01% anche in questo caso in calo rispetto al 2,06% dell'ultima chiusura.

** A mercati Usa chiusi è atteso il pronunciamento di Dbrs sull'Italia la cui valutazione attualmente è 'BBB (high)', con trend stabile, dopo il downgrade di un gradino di circa un anno fa.

** "Credo che i pronunciamenti delle agenzie in questo momento possano essere solo di supporto e non un fattore negativo. L'Italia ha già allargato molto a dicembre e ora è oggetto di interesse da parte degli investitori. Nemmeno le elezioni turbano più di tanto il mercato che sembra aver già digerito che comunque in qualche modo un governo si riuscirà a formarlo", ragiona l'operatore.

** A breve la Spagna renderà noti i dettagli delle aste a medio lungo della prossima settimana da cui sarà possibile ottenere qualche dettaglio in più anche sull'atteso lancio del nuovo decennale via sindacato.

** Appuntamento di rilievo sul fronte macro sarà quello con l'inflazione Usa di dicembre, attesa nel primo pomeriggio, capace di imprimere al mercato qualche cambiamento di passo e di influenzare le decisioni della Fed.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia