Italia markets open in 4 hours 38 minutes

Btp, spreda a 215, pressioni più forti su titoli a 2 e 5 anni

Voz

Roma, 9 mar. (askanews) - Si concentra sulle scadenze brevi e medie la pressione sui titoli di Stato dell'Italia, che specularmente ai crolli delle Borse e ai continui sviluppi allarmistici sul coronavirus si è energicamente rimaterializzata n avvio di settimana. Ale prim battute le vendite si sono mostrate orti su tutte le scadenza, ma con il passare delle ore si sono in parte ridotte sui titoli a 10 anni, restando più marcate su quelli a due e si quinquennali.

A metà seduta i rendimenti dei Btp a 10 anni si attestano al'1,30%, 21 unti base in più rispetto alla chiusura di venerdì (1,08%) ma dopo che in avvio di seduta il rialzo superava i 30 punt base. Il differenziale rispetto ai tassi dei Bund tedeschi equivalenti, lo spread si allarga a 215 punti base (dpo picco sopra i 220 punti base).

Sui Btp a 2 anni invece i rendimenti salgono di 30 punti base allo 0,34%, con un differenziale rispetto ai Bund che sale a 123 punti base. Sui Btp a 5 anni i tassi salgono di 28 punti base, allo 0,75% e lo spread tocca 169 punti base. A fronte delle vendite che si registrano sulle emissioni tricolori in avvio di settimana, le emissioni di altri Paesi, in particolare i titoli tedeschi, segnano invece dinamiche opposte, con acquisti e speculari cali dei rendimenti favoriti dalla fuga dall'azionario.