Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    45.633,90
    -5.769,61 (-11,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Btp, tasso 10 anni risale allo 0,70% e spread a 98 punti base

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 mar. (askanews) - Seduta nettamente negativa, con marcati rialzi dei tassi generalizzati sui titoli di Stato dell'area euro, a dispetto dell'annunciata accelerazione degli acquisti calmieranti da parte della Bce, che peraltro dovrebbe essere iniziata proprio in questi giorni. I rendimenti dei Btp decennali hanno chiuso in aumento allo 0,70%, sui massimi da oltre una settimana.

Mentre complici rialzi dei tassi anche sui Bund tedeschi lo spread, il differenziale Italia-Germania ha in parte contenuto l'allargamento chiudendo a 98 punti base, secondo Mts.

Su queste emissioni i tassi si muovono nella direzione opposta al prezzo: salgono quando quest'ultimo cala seguito i vendite, e viceversa.

Intanto continuano a salire anche i tassi sui Treasuries statunitensi, il rendimento sulla scadenza decennale si attesta all'1,676% nel pomeriggio mentre i mercati sono in attesa degli esisti del direttorio della Federal Reserve, in particolare delle previsioni economiche aggiornate e di eventuali nuove prospettive sul futuro andamento dei tassi della Banca centrale Usa.

Il rialzo dei tassi Usa è stato più forte nelle ultime settimane e collegato alle aspettative di aumenti dell'inflazione che, a loro volta, potrebbero determinare più in avanti una linea meno espansiva della Fed.