Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.271,99
    -256,11 (-1,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

A Bucarest si parla di Impresa del futuro e nuovo ordine economico

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 mag. (askanews) - Si avvicina la data dell'undicesima edizione del Forum Economico, il più importante evento annuale organizzato da Confindustria Romania. L'appuntamento è per il 24 maggio a Bucarest: l'obiettivo del Forum 2022 è quello di creare una piattaforma di incontro e dialogo sui più importanti temi economici tra Romania e Italia. E quest'anno il focus è sulle sfide del futuro, come trapela dal titolo dell'evento: "L'impresa del Futuro nel nuovo Ordine Economico".

Dopo la pandemia, il 2022 si è aperto con nuove sfide generate dalla crisi energetica e dalla guerra in Ucraina. Dopo i saluti istituzionali, del presidente di Confindustria Romania, Giulio Bertola, padrone di casa dell'importante evento, è previsto l'intervento del premier romeno Nicolae Ciuca e quello dell'ambasciatore d'Italia in Romania Alfredo Maria Durante Mangoni.

Successivamente i temi al centro del Forum verranno dibattuti dai prestigiosi oratori dell'undicesima edizione: sul palco il professore Vittorio Emanuele Parsi, politologo e accademico italiano, che si occupa principalmente di relazioni transatlantiche, politiche di sicurezza in Medio Oriente e nel Mediterraneo. Il docente di Relazioni Internazionali presso la facoltà di Scienze Politiche e Sociali dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che insegna anche presso la Scuola di Formazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, affronterà con gli altri relatori le prospettive del multilateralismo e delle relazioni internazionali alla luce della crisi ucraina e dei nuovi assetti e bilanciamenti economici mondiali.

Attenzione anche al ruolo delle istituzioni europee, con la partecipazione della dottoressa Lara Tassan Zanin a capo della rappresentanza in Romania del Gruppo BEI - Banca Europea per gli Investimenti. Centrale anche il tema dell'energia e del futuro del settore, di cui si discuterà con il presidente esecutivo del Gruppo ERG Edoardo Garrone che potrà fornire la sua esperienza diretta nella produzione di energia da fonti rinnovabili. ERG, infatti, è il primo operatore eolico in Italia e tra i principali in Europa.

Italia e Romania e i loro rapporti al centro del Forum, con la partecipazione di Marius Bostan, membro di Romanian Business Leaders e uno dei fondatori del progetto Associativo RePatriot, che fornirà il suo punto di vista sulle nuove frontiere di reshoring e investimenti. Adrian Dimache, da febbraio 2022 direttore di C.E.S.E.O, l'innovativo Centro Studi per l'Europa Orientale di Confindustria Romania, completa il panel con la sua esperienza imprenditoriale e professionale in Romania, dove ha ricoperto la carica di Segretario Generale della Camera di Commercio Italiana per la Romania da settembre 2009 a dicembre 2018 e la sua profonda conoscenza del settore e dei due Paesi di riferimento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli