Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.534,57
    -451,13 (-1,96%)
     
  • Dow Jones

    33.810,18
    -188,86 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    12.732,87
    -232,47 (-1,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,33
    -11,77 (-0,04%)
     
  • Petrolio

    91,56
    +1,06 (+1,17%)
     
  • BTC-EUR

    21.508,70
    -1.883,73 (-8,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    513,91
    -27,69 (-5,11%)
     
  • Oro

    1.764,10
    -7,10 (-0,40%)
     
  • EUR/USD

    1,0039
    -0,0053 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    4.239,71
    -44,03 (-1,03%)
     
  • HANG SENG

    19.773,03
    +9,12 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.730,32
    -47,06 (-1,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8489
    +0,0035 (+0,42%)
     
  • EUR/CHF

    0,9630
    -0,0019 (-0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,3033
    -0,0028 (-0,22%)
     

Buste paga più leggere per le donne, -25% rispetto agli uomini

(Adnkronos) - Per le donne le buste paga restano anche nel 2021 decisamente più leggere di degli uomini. Il gender gap non sembra registrare appannamenti di sorta e consegna una retribuzione media di 24.415 euro, 15% inferiore a quella media complessiva e 25% più bassa di quanto percepito dagli uomini. A certificare la distanza il XXI Rapporto Inps.

Ciò dipende innanzitutto, si legge, dal maggior peso, tra le donne, "sia della componente part-year, per di più con durate medie più corte, sia della componente a part time". La retribuzione media effettiva pro capite, comunque, al netto della Cig, è stata pari, nel 2021, a 24.097 euro (23.107 nel 2020) quasi in linea con il livello del 2019 (-0,2%) a fronte di un aumento del numero di persone che ha lavorato per frazioni ridotte dell’anno (part-year). La retribuzione media delle donne nel 2021 risulta pari a 20.415 euro,

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli