Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.856,29
    +146,65 (+1,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

I Buy di oggi da Acea a Tamburi

Finanzaoperativa.com
·4 minuto per la lettura

Intesa Sanpaolo assegna un buy a: Erg con target price di 26,40 euro (realizzerà due nuovi parchi eolici in Francia da 27 MV), Fca con prezzo obiettivo di 15,30 euro (secondo rumors l’Antitrust UE potrebbe anticipare la sua decisione, inizialmente prevista per febbraio, in merito alla fusione con PSA) e Telecom Italia con fair value di 0,54 euro (presenterà a inizio 2021 l’aggiornamento del piano strategico dal titolo Beyond Connectivity, Gubitosi ha poi sottolineato che FiberCorp sarà operativa a inizio del prossimo anno e avrà alla presidenza Massimo Sarmi).

Giudizio add inoltre per Acea con obiettivo di 22 euro in scia al nuovo business plan al 2024, Generali con target di 15,80 euro (Ferrovie dello Stato garantisce la piena collaborazione con l’autorità giudiziaria, nell’ambito dell’inchiesta sulle polizze assicurative stipulate dal gruppo con Generali).

Banca Akros giudica buy: Acea con fair value di 21 euro (oggi la società presentarà il nuovo piano strategico 2020-2024), Cairo Communication con prezzo obiettivo di 2,40 euro (il 12 novembre sarà diffusa la trimestrale), Fca con target price di 15 euro, Gas Plus con obiettivo di 2,60 euro, ridotto però dai precedenti 3 euro in scia ai prezzi bassi del gas (ma procedono i nuovi progetti) e Iren con target di 2,70 euro (prosegue il piano di buyback).

Giudizio in aggiunta accumulate per Atlantia con fair value di 17 euro (scade oggi il termine concesso da Atlantia al consorzio guidato da Cdp per il miglioramento dell’offerta d’acquisto per la quota dell’88% detenuta dal gruppo in Autostrade per l’Italia), Buzzi Unicem con obiettivo di 23 euro (la brasiliana Companhia Nacional de Cimento, controllata al 100% da Bcpar, joint venture di cui Buzzi detiene il 50%, ha raggiunto un accordo per l’acquisizione delle attività del gruppo Crh nel paese sudamericano per la cifra di 218 milioni di dollari), DiaSorin con target di 201,40 euro, aumentato dai precedenti 192,50 euro (ottenuto la marcatura europea CE per il suo test Liaison Sars-CoV-2 per la rilevazione dell’agente Sars-Cov-2 in pazienti sintomatici, il test sarà presto disponibile anche negli Usa), Mediobanca con fair value di 8 euro (oggi la trimestrale) e Rcs MediaGroup con target di 0,70 euro (trimestrale in calendario il 9 novembre).

Fidentiis assegna un buy a: Buzzi Unicem con obiettivo di 24-25 euro, DoValue con fair value di 9-10 euro (nuovo mandato per 450 mln di euro di Utp) e Fca con target di 14-15 euro, Mediobanca con fair value di 8-9 euro.

Equita valuta buy: Acea con prezzo obiettivo di 20,50 euro, Astm con target price di 27,20 euro in scia al via libera dalla Corte dei Conti alla concessione Asti-Cuneo, Banco Bpm con fair value di 1,90 euro (in base ai rumours, le possibili business combination riguardano il Credit Agricole Italia e Unicredit mentre l’opzione Bper è invece meno percorribile secondo la Sim milanese visto che la banca deve ancora completare l’acquisizione e integrazione degli sportelli di Ubi Banca), Cir con obiettivo di 0,62 euro dopo che Sogefi ha annunciato risultati trimestrali migliori delle attese e ottenuto  finanziamenti per 134 mln di euro tra cui quelli con garanzia statale, Credem con target di 5,40 euro (siglato accordo per acquisizione della CR Cento), Datalogic con fair value di 14,50 euro (il 12 novembre la trimestrale), Erg con obiettivo di 23,50 euro (acquisito un nuovo impianto eolico da sviluppare in Polonia), Iren con target di 2,90 euro (nuovo finanziamento dalla Bei da 100 mln di euro), Terna con fair value di 7,10 euro dopo l’autorizzazione del Ministero dello Sviluppo per un elettrodotto in Sicilia e Tamburi Investment Partners (Tip) con obiettivo di 7,50 euro, alzato dai precedenti 6,8 euro per riflettere i recenti incrementi di target su Interpump e Prysmian.

Mediobanca assegna un outperform a: Alkemy con target price di 8 euro (prosegue il programma di buyback), Astm con prezzo obiettivo di 27,40 euro, Credem con fair value di 5,50 euro, Enel con target di 8,60 euro (sebbene l’erogazione di energia elettrica sia diminuita del 12% nei primi nove mesi del 2020), Iren con obiettivo di 3 euro, Pharmanutra con fair value di 28,40 euro (rafforzata la corporate governance come parte del processo di quotazione sul segmento Star), Snam con target di 5 euro (accordo con CVA per la promozione dell’idrogeno in Valle D’Aosta) e Telecom Italia con obiettivo di 0,68 euro (investirà 4,5 mld di euro nel 2021-25 per aumentare la diffusione della fibra ottica).

Autore: Finanzaoperativa.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online