Italia markets close in 4 hours 53 minutes
  • FTSE MIB

    22.013,56
    +311,77 (+1,44%)
     
  • Dow Jones

    29.591,27
    +327,79 (+1,12%)
     
  • Nasdaq

    11.880,63
    +25,66 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    26.165,59
    +638,22 (+2,50%)
     
  • Petrolio

    43,58
    +0,52 (+1,21%)
     
  • BTC-EUR

    15.957,92
    +376,78 (+2,42%)
     
  • CMC Crypto 200

    375,47
    +14,04 (+3,88%)
     
  • Oro

    1.808,20
    -29,60 (-1,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1879
    +0,0034 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    3.577,59
    +20,05 (+0,56%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.501,93
    +38,89 (+1,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,8897
    +0,0012 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0840
    +0,0040 (+0,37%)
     
  • EUR/CAD

    1,5499
    +0,0013 (+0,09%)
     

I Buy di oggi da Anima a Prima Industrie

Finanzaoperativa.com
·4 minuto per la lettura

Banca Ifis assegna un buy a: Abitare In con fair value di 56-62 euro in vista del passaggio sul segmento Star di Borsa Italiana che potrebbe essere completato entro il primo trimestre del prossimo anno, Banco Bpm con target price di 2,10-2,30 euro (secondo indiscrezioni stampa, potrebbe far valere la clausola del change of control nell’ambito dell’accordo di bancassurance con Cattolica Assicurazioni una volta che Generali ne diventi socio di riferimento con la trasformazione in SpA), Buzzi Unicem con prezzo obiettivo di 24-25 euro dopo la trimestrale e Cementir con prezzo obiettivo di 7,50-8,00 euro (oggi i risultati trimestrali).

Intesa SanPaolo valuta buy: Anima Holding con target price di 4,60 euro in scia ai risultati trimestrali, Ascopiave con prezzo obiettivo di 4,10 euro (oggi la trimestrale), Be con fair value di 1,52 euro, alzato dai precedenti 1,34 euro dopo la trimestrale, Banca Ifis con obiettivo di 11,30 euro dopo la trimestrale, Banca Mediolaum con fair value di 7,70 euro in scia ai dati sulla raccolta ad ottobre, Coima Res con target di 9,50 euro dopo la trimestrale, Elica con obiettivo di 3,80 euro, migliorato dai precedenti 3,40 euro dopo i risultati del terzo trimestre e Prima Industrie con fair value di 16 euro, anche in questo caso dopo la trimestrale.

Giudizio add inoltre per Banca Generali con obiettivo di 30,30 euro, migliorato dai precedenti 27,50 euro dopo la trimestrale, Banco Bpm con target di 1,64 euro, Buzzi Unicem con fair value di 16 euro, Cementir con obiettivo di  7,40 euro, Cnh Industrial con fair value di 8,70, alzato dai precedenti 7 euro dopo la trimestrale e Generali con target di 15,80 euro (il Copasir rileva al termine dell’indagine sul settore finanziario “una crescente e pianificata presenza di operatori … di origine francese nel nostro tessuto economico, bancario, assicurativo e finanziario”, mettendo in guardia in particolare da una scalata a Generali da parte di Axa).

Banca Akros valuta buy: Banca Ifis con prezzo obiettivo di 10 euro in scia ai risultati del terzo trimestre, CNH Industrial con target price di 10 euro, migliorato dai precedenti 8,50 euro dopo la trimestrale, Credem con fair value di 4,70 euro dopo i risultati del terzo quarter, Enel con obiettivo di 9 euro in scia ai risultati dei primi nove mesi dell’esercizio in corso e Leonardo con fair value di 6,50 euro, ridotto però dai precedenti 8,50 euro dopo la trimestrale.

Giudizio inoltre accumulate per Azimut con target price di 20 euro in scia ai dati relativi alla raccolta di ottobre, Banca Generali con fair value di 28,50 euro dopo la trimestrale, Falck Renewables con prezzo obiettivo di 6 euro (trimestrale in calendario l’11 novembre), Creval con target di 8,40 euro dopo la trimestrale, doValue con obiettivo di 10 euro, anche in questo caso dopo i dati trimestrali, Igd con fair value di 4,20 euro (dopo la trimestrale), Inwit con fair value di 11,30 euro, alzato dai precedenti 10,30 euro in scia all’update del busines plan, Snam con obiettivo di 5,30 euro dopo la trimestrale e Unicredit con target di 8,30 euro dopo i risultati del terzo trimestre.

Mediobanca giudica outperform:

Acea con obiettivo di 23,50 euro (il sindaco di Roma, Virginia Raggi, secondo indiscrezioni stampa avrebbe proposto un aumento della tariffa idrica del 19% su tre anni per gli interventi nell’area dell’ATO 2 per l’ammodernamento delle reti), Astm con target di 27,40 euro (trimestrale in calendario il 13 novembre), CNH Industrial con obiettivo di 10,60 euro, Credem con fair value di 5,50 euro dopo la trimestrale, Enel con target di 8,60 euro (endesa ha iniziato la costruzione di un impianto per la produzione di energia solare da 50MW a Siviglia), Iren con fair value di 3 euro (trasury stock ora all’1,19%), Sit con target di 8 euro dopo la trimestrale, Snam con obiettivo di 5 euro dopo la trimestrale e Unieuro con fair value di 14 euro (trimestrale in calendario il 12 novembre).

Kepler Cheuvreux assegna un buy a: Tenaris con prezzo obiettivo di 7 euro dopo la trimestrale.

Envent valuta outperform: Trendevice con target price di 1,29 euro

Autore: Finanzaoperativa.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online