Italia markets open in 22 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.537,31
    +240,45 (+0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,1943
    +0,0024 (+0,20%)
     
  • BTC-EUR

    14.878,91
    -208,66 (-1,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    345,09
    -25,43 (-6,86%)
     
  • HANG SENG

    26.770,03
    +100,28 (+0,38%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

I Buy di oggi da Avio a Unicredit

Finanzaoperativa.com
·4 minuto per la lettura

Fidentiis giudica buy: DoValue con fair value di 9-10 euro (oggi saranno diffusi i risultati del terzo trimestre), Fca con prezzo obiettivo di 14-15 euro in scia all’incremento del 7,9% delle vendite in Brasile ad ottobre, Leonardo con target price di 7-8 euro (oggi la trimestrale), Saras con obiettivo di 1,20-1,30 euro dopo la trimestrale, Telecom Italia con fair value di 0,70-0,80 euro (possibile decisione definitiva su Open Fiber nel Cda del 24 novembre e Unicredit con obiettivo di 11,80-12,00 euro in scia alla trimestrale.

Intesa SanPaolo valuta buy: Avio con fair value di 15,90 euro (oggi la trimestrale), Banca IFIS con target price di 11,30 euro (oggi la trimestrale), Banca Sistema con prezzo obiettivo di 2,30 euro, alzato dai precedenti 2,20 euro in scia ai risultati del terzo trimestre, Coima Res con fair value di 9,50 euro (oggi la trimestrale), Credito Emiliano con obiettivo di 6,10 euro (oggi la trimestrale), Erg con target di 26,40 euro (ottenuta l’autorizzazione ad aumentare la capacità di un parco eolico nel Regno Unito a 55MW), Igd con fair value di 4,20 euro (oggi la trimestrale), Leonardo con obiettivo di 9 euro, Inwit con target di 12 euro in scia al business plan 2021-2023 e Newlat Food con fair value di 8,20 euro (la società ha comunicato agli azionisti di Hovis l’intenzione di non procedere a una gara d’appalto per l’acquisto della stessa).

Giudizio add inoltre per Banca Generali con target di 27,50 euro (oggi la trimestrale), Banco Bpm con obiettivo di 1,64 euro (oggi la trimestrale), Cnh Industrial con fair value di 7 euro (oggi la trimestrale), Enel con obiettivo di 8,80 euro (oggi la trimestrale), Enav con target di 3,70 euro dopo che la Commissione Europea ha approvato la proposta di deroga temporanea allo standard del quadro normativo per gli anni 2020-21 a seguito della pandemia di Covid-19, Ferrari con fair value di 187,50 euro dopo la trimestrale, Poste Italiane con target di 9 euro (a dicembre verrà lanciato il sistema di pagamento tramite codice QR tramite smartphone, dedicato alle piccole imprese e ai professionisti) e Unicredit con obiettivo di 9,10 euro.

Banca Akros assegna un buy a: Enel con target price di 8 euro (oggi la trimestrale), Hera con prezzo obiettivo di 3,90 euro in viata dei risultati del terzo trimestre in calendario l’11 novembre e Telecom Italia con fair value di 0,56 euro in scia alla trimestrale di Tim Brazil.

Giudizio accumulate inoltre per Ferrari con obiettivo di 200 euro, migliorato dai precedenti 175 euro in scia alla trimestrale e alla guidance per l’esercizio in corso, Intesa Sanpaolo con target di 1,50 euro in scia alla trimestrale di Ubi Banca, Snam con obiettivo di 5,30 euro (oggi la trimestrale) e Terna con fair value di 6,70 euro (trimestrale in calendario l’11 novembre).

Mediobanca valuta outperform: Acea con prezzo obiettivo di 23,50 euro (trimestrale in calendario l’11 novembre), Buzzi Unicem con target price di 22,60 euro (trimestrale il 6 novembre), Cnh Industrial con fair value di 8,90 euro in scia alla trimestrale di Agco, Enel con obiettivo di 8,60 euro, Erg con target di 23 euro (trimestrale in calendario l’11 novembre), Iren con obiettivo di 3 euro (trimestrale il 10 novembre), Italgas con fair value di 6,50 euro (completata la sua prima rete per la distribuzione del metano in Sardegna), Pharmanutra con fair value di 28,40 euro (lancio di una nuova formulazione per la linea di prodotti Cetilar), Salcef con target di 13,30 euro (Warrant 1 esercitabile a novembre con un ratio di 0,2132), Sit con obiettivo di 8 euro (oggi la trimestrale), Snam con fair value di 5 euro (siglato un accordo preliminare con Cnh Industrial per la decarbonizzazione del trasporto pesante) e Telecom Italia con target di 0,68 euro.

Berenberg giudica buy: Azimut Holding con obiettivo di 4,60 euro, Banca Generali con fair value di 30 euro e Finecobank con target di 14,50 euro.

Credit Suisse valuta buy: Ferrari con obiettivo di 206 euro.

Deutsche Bank giudica buy: Telecom Italia con target price di 0,68 euro.

Cfo Sim assegna un buy a: Piteco con fair value di 11,30 euro, alzato dai precedenti 9,40 euro.

Autore: Finanzaoperativa.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online