Italia markets open in 2 hours 11 minutes
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.354,28
    -64,23 (-0,27%)
     
  • EUR/USD

    1,1759
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    11.284,33
    +13,62 (+0,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    262,53
    -10,16 (-3,73%)
     
  • HANG SENG

    24.564,43
    -144,37 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

I Buy di oggi da Banca Ifis a Piaggio

Finanzaoperativa.com
·4 minuti per la lettura

Fidentiis valuta buy: Mediobanca con target price di 8-9 euro (Leonardo Del Vecchio ha incrementato la sua quota al 10,162% dal 9,89% ma non punta al controllo della banca né vuole esercitare un’influenza dominante sulla gestione, in un’intervista l’imprenditore dice di essere pronto a sostenere progetti ambiziosi per l’istituto), Piaggio & C. con prezzo obiettivo di 2,90-3,10 euro (la vendita di moto e scooter in Francia a settembre è cresciuta del 17% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno) e Saras con fair value di 1,20-1,30 euro nonostante le perquisizioni della Procura antiterrorismo negli uffici di Cagliari e Milano.

Intesa SanPaolo giudica buy: Banca Ifis con target di 11,30 euro (l’outlook sul business degli Npl resta positivo), Cellularline con obiettivo di 9,40 euro in scia a quanto detto dal management durante la Star Conference di Borsa Italiana, Elica con fair value di 3,40 euro anche in questo caso dopo la Star Conference, Piaggio & C. con fair value di 3,10 euro, SeSa con target di 100,70 euro dopo la Star Conference e Telecom Italia con obiettivo di 0,54 euro (l’ad Luigi Gubitosi ritiene che il piano di creazione di una rete unica nazionale promosso dal governo si farà, aiutando l’Italia ad accelerare ulteriormente lo sviluppo della banda larga l’anno prossimo).

Giudizio add inoltre per Banco Bpm con fair value di 1,64 euro (il ceo Castagna ha affermato che il il processo di consolidamento sta accelerando e che l’istituto deve guardare in questa direzione), Mediobanca con obiettivo di 8,30 euro, Prysmian con target di 25,50 euro (investimenti nell’impianto di Arco Felico) e Sicit con obiettivo di 12 euro (Star Conference).

Banca Akros valuta buy: Banca Farmafactoring con fair value di 6,30 euro (accelerated book-building su una quota del 4% del capitale), CNH Industrial con obiettivo di 8,50 euro (improbabile che il manageemnt separerà il business dei camion, bus e motori prima del 2022), El.En. con target di 27 euro (Star Conference) e Saes Getters con obiettivo di 31 euro (Star Conference).

Giudizio accumulate inoltre per Atlantia con fair value di 17 euro (nonostante il calo del traffico autostradale a livello globale), Falck Renewables con target di 6 euro (Star Conference), Mediobanca con obiettivo di 8,50 euro e Prysmian con fair value di 26 euro.

Equita assegna un buy a: A2a con prezzo obiettivo di 1,68 euro (accordo con Suez per integrare le attività di trattamento di rifiuti industriali), Banca Ifis con obiettivo di 12,30 euro, Cementir con target price di 7,30 euro (guidance per l’esercizio in corso confermata con EBITDA atteso tra 230-240 mln di euro), Eni con fair value di 10 euro (l’autorità britannica per il petrolio e il gas ha assegnato al gruppo italiano la licenza per realizzare un progetto nazionale di stoccaggio di gas serra, a cui confluirà la CO2 prodotta da un gran numero di impianti industriali), Exor con target di 63,50 euro, alzato del 2% visto l’ampio sconto sul Nav, Falck Renewable con target di 6,25 euro (Star Conference), Finecobank con obiettivo di 13,80 euro (raccolta netta a settembre migliore delle le attese), illimity Bank con target di 10,40 euro (durante la presentazione alla Star Conference di Borsa Italiana il management ha ribadito il forte razionale industriale e finanziario dell’acquisizione della piattaforma Hype e confermato un outlook molto positivo per i volumi di business nel secondo semestre), Mediobanca con obiettivo di 9 euro, Newlat Food con target di 8,50 euro (feedback dalla Star Conference), Sabaf con fair value di 18 euro, alzato dai precedenti 17 euro dopo il miglioramento della guidance 2020, Saras con obiettivo di 0,85 euro, Sicit con target di 12,20 euro (Syngenta ha acquisito Valagro per circa 500 mln di euro) e Tamburi Investment Partners (Tip) con obiettivo di 6,80 euro in scia a quanto detto dal management durante la Star Conference.

Mediobanca valuta outperform: Banca Farmafactoring con fair value di 6,80 euro (collocamento del 4% del capitale da parte di Centerbridge), Enav con target di 5,20 euro (annunciata una partnership con Leonardo per lo sviluppo di innovative soluzioni per gli elicotteri), Enel con obiettivo di 8,60 euro (acquistate azioni proprie per 2,16 mln di euro tra il 28 settembre e il 2 ottobre), Italgas con target price di 6,20 euro (il board ha approvato il rinnovo e l’aumento del programma EMTN a 6,5 mld di euro), Snam con prezzo obiettivo di 5 euro (collaborerà con il Politecnico di Milano per la ricerca sui gas rinnovabili) e Telecom Italia con fair value di 0,68 euro nonostante S&P abbia tagliato l’outlook a negativo a causa di attese di ricavi e utili più deboli.

Kepler Cheuvreux giudica buy: Creval con obiettivo di 9 euro (l’istututo potrebbe essere il target ideale per operazioni di M&A).

Societe Generale valuta buy: Enel con obiettivo di 8,90 euro.

Deutsche Bank assegna un buy a: Enel con fair value di 5 euro.

Autore: Finanzaoperativa.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online