Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.928,92
    +219,28 (+1,49%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

I Buy di oggi da Bper a Telecom

Finanzaoperativa.com
·3 minuto per la lettura

Intesa SanPaolo giudica buy: Credem con prezzo obiettivo di 6,10 euro (raggiunto un accordo per l’acquisizione di Caricento), Erg con target price di 26,40 euro (accordo con Vortex Energy per espandersi in Polonia), Eurotech con fair value di 5,70 euro (per mantenere la leadership tecnologica dovrà investire circa il 10% dei ricavi annui), Fca con obiettivo di 15,30 euro (sta accelerando la selezione del team di gestione in Comau in vista del processo di scorporo, che dovrebbe avvenire dopo il finalizzazione della fusionecon PSA), Iren con target di 3,50 euro (attivata un aliea di credito con l’European Investment Bank) e Telecom Italia con fair value di 0,54 euro (secondo quanto riportato da Bloomberg, ha lanciato una gara da 4-4,5 miliardi di euro per approvvigionarsi della fibra necessaria ad ammodernare e ampliare la propria rete secondaria recentemente scorporata in Fibercop, nell’ambito del piano di copertura al 2025 previsto dal business plan della nuova società).

Giudizio add inoltre per Prysmian con obiettivo di 25,50 euro dopo che il Ministero dello Sviluppo Economico italiano ha dato il via libera a il riavvio dell’iter autorizzativo per l’installazione di una alta tensione tra Palermo e Ragusa e Terna con target di 6,60 euro (l’azienda ha annunciato che il nuovo avviato l’iter autorizzativo per lo sviluppo dell’elettrodotto Chiaramonte-Gulfi-Ciminna).

Fidentiis valuta buy: Bper con fair value di 3,40-3,60 euro (al termine del periodo per l’esercizio dei diritti di opzione relativi all’aumento di capitale, è stato sottoscritto il 99,21% delle nuove azioni, per un ammontare pari a 796 milioni, i diritti inoptati saranno offerti a partire dal 27 ottobre) e Telecom Italia con prezzo obiettivo di 0,70-0,80 euro.

Banca Akros giudica buy: Credem con target di 4,70 euro, alzato dai precedenti 4,50 euro, Leonardo con obiettivo di 8,50 euro (consegnato l’ultimo modello di Eurofighter all’Aeronautica Militare Italiana) e Telecom Italia con obiettivo di 0,56 euro, ridotto però dai precedenti 0,60 euro.

Giudizio inoltre accumulate per Bper con target di 1,50 euro, Intesa SanPaolo con fair value di 1,90 euro in vista della trimestrale in calendario il 4 novembre, Inwit con obiettivo di 10,30 euro e Sogefi con target di 1,25 euro (trimestrale migliore delle stime).

Equita assegna un buy a: Coima Res con target price di 7,80 euro (secondo il management il mercato immobilare degli uffici sarà impattato dalla crisi Covid ma al tempo stesso diventerà più polarizzato favorendo immobili di qualità e localizzati in quartieri qualificati), doValue con prezzo obiettivo di 11 euro (secondo indiscrezioni stampa Unicredit si appresta a cartolarizzare un portafoglio da circa due mld di euro e doValue agirebbe come servicer), Pirelli con fair value di 4,60 euro, alzato del 21% (la pandemia può rallentare la ripresa, ma non compromette le dinamiche di settore), Saras con target di 0,60 euro (Trafigura acquisisce una quota del 3%) e Snam con obiettivo di 5 euro (acquisita quota del 2% in ITM Power, attiva nel settore degli elettrolizzatori).

Mediobanca valuta outperform: Danieli con fair value di 19,80 euro (migliorata la guidance 2020-2022), Iren con obiettivo di 3 euro sebbene delle organizzazioni ambientaliste si oppongano alla realizzazione di un impianto di smaltimento rifiuti a Reggio Emilia, Leonardo con target di 10 euro (secondo rumors stampa Airbus starebbe meditando di aumetare la prozione degli A320), Snam con fair value di 5 euro e Telecom Italia con target di 0,68 euro (il tycoon islandese Thor Bjorgolfsson resta nel capitale del gruppo con poco meno del 3%).

Autore: Finanzaoperativa.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online