Italia markets open in 1 hour 45 minutes
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.327,07
    -91,44 (-0,39%)
     
  • EUR/USD

    1,1756
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    11.281,14
    +10,44 (+0,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    262,44
    -10,25 (-3,76%)
     
  • HANG SENG

    24.590,73
    -118,07 (-0,48%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

I Buy di oggi degli analisti da A2a a Leonardo

Finanzaoperativa.com
·3 minuti per la lettura

Banca Akros valuta buy: Leonardo con target price di 8,50 euro (il ministro degli esteri kuwaitiano e ministro della Difesa ad interim Ahmad hanno rassicurato tutti gli operatori nel settore della difesa stranieri che il Kuwait adempirà a tutti i suoi impegni finanziari) e Telecom Italia con prezzo obiettivo di 0,60 euro (secondo indiscrezioni stampa, il CdA di Enel che si svolgerà il 15 ottobre non prenderà una decisione definitiva sull’offerta Open Fiber di Macquarie).

Giudizio accumulate inoltre per Banca Generali con obiettivo di 28,50 euro in scia alla raccolta registrata a settembre, Buzzi Unicem con fair value di 23 euro dopo l’annuncio della conversione delle azioni risparmio e della distribizione di un dividendo straordinario che porta il rendimento del dividendo al 3,6%, Enel con target di 9 euro (Enel X crea la prima Panamericana 100% elettrica, corridoio di ricarica per veicoli elettrici) e Snam con obiettivo di 5,30 euro (secondo rumors RSE non sosterrà la dorsale del gas in Sardegna).

Equita assegna un buy a: A2a con target price di 1,68 euro (acquisito in asta il controllo di Agripower per 10 mln di euro), Avio con prezzo obiettivo di 16,30 euro (completato con successo il terzo test per il motore P120C), Buzzi Unicem con target di 24,50 euro, alzato dell’1%, Creval con obeittivo di 9,10 euro in vista dei risultati del terzo trimestre, Enel con fair value di 8,50 euro (Starace ha confermato che  il piano avrà sia le consuete indicazioni triennali, sia unaparte di approfondimento sui driver di sviluppo a dieci anni), Iren con obiettivo di 2,90 euro (il superbonus al 110% per il lavori di ristrutturazione  e risparmio energetico possono essere una fonte di crescita), Leonardo con target di 9,20 euro (l’ad Profumo ha parlato di un programma europeo che se approvato dal Sistema della Difesa Europea genererebbe business per la divisione aerostrutture civili, in particolare nell’ambito della produzione di ali per aerei) e Saras con fair value di 0,85 euro (approvato un piano temporaneo di risparmio sui costi e di contenimento degli investimenti).

Banca Finnat giudica buy: Portobello con target price di 32 euro, alzato dai precedenti 26,50 euro dopo la semestrale.

Mediobanca valuta outperform: Cattolica Assicurazioni con target price di 5,50 euro (ha comunicato che i diritti di recesso ammontano a 20.294.811 azioni ordinarie, rappresentanti l’11,64% del capitale sociale, per un totale importo pari a euro 111 milioni, calcolato al valore di liquidazione di euro 5,47 per azione), Enel con prezzo obiettivo di 8,60 euro (tramite la sua controllata Enel Green Power Chile ha avviato la costruzione di un parco  fotovoltaico da 204 MW nella regione di Antofagasta), Iren con fair value di 3 euro (accordo con Liquigas per la fornitura di energia rinnovabile a tutti gli stabilimenti italiani della stessa società), Poste Italiane con target di 11 euro (l’ad Del Fante ha dichiarato che il risparmio postale raggiungerà i 334 mld di euro nel 2020, rispetto ai 329 miliardi di euro del 2019) e Snam con obiettivo di 5 euro (l’ad prevede che il costo dell’idrogeno verde scenderà a 2 dollari al kg entro il 2025).

Kepler Cheuvreux giudica buy: Banca Mediolanum con fair value di 7,50 euro in scia all’andamento della raccolta.

Autore: Finanzaoperativa.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online