Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    15.141,29
    +289,72 (+1,95%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

I Buy odierni degli analisti da Anima Holding a Telecom

Finanzaoperativa.com
·3 minuto per la lettura

Fidentiis valuta buy: Cementir con fair value di 7,50-8,0 euro dopo la trimestrale, Cerved con target price di 8-9 euro (oggi la trimestrale), Leonardo con prezzo obiettivo di 7-8 euro (secondo indiscrezioni stampa il gruppo avrebbe avrebbe scelto Mediobanca come advisor per studiare la valorizzazione della controllata che potrebbe avere la forma sia di un’Ipo che di una vendita), Saras con target di 1,20-1,30 euro in scia al benchmark del margine di raffinazione, Telecom Italia con target price di 0,70-0,80 euro (oggi la trimestrale).

Banca Akros assegna un buy a: Anima Holding con target price di 4,50 euro, ridotto però dai precedenti 4,80 euro dopo i risultati trimestrali, Buzzi Unicem con prezzo obiettivo di 25 euro, alzato dai precedenti 23 euro dooo la trimestrale e Leonardo con fair value di 6,50 euro, ridotto dai precedenti 8,50 euro sebbene la Germania stia per acquistare 38 jet attraverso un contratto da 5,5 mld di euro.

Giudizio inoltre accumulate per Banca Mediolanum con target di 7,30 euro  in scia alla raccolta registrata a ottobre, doValue con obiettivo di 10 euro dopo la trimestrale, Rcs MediaGroup con fair value di 0,70 euro (è entrato sul mercato indiano).

Mediobanca giudica outperform: Alkemy con target price di 8 euro (prosegue il piano di buybanck), Anima Holding con prezzo obiettivo di 4,50 euro, Banca Mediolanum con fair value di 7,10 euro in scia alla raccolta a ottobre, Buzzi Unicem con target di 24,20 euro dopo la trimestrale, Enav con obiettivo di 5,20 euro (Aireon ha annunciato il lancio di nuovi prodotti), Esprinet con fair value di 8,70 euro (trimestrale in calendario il 12 novembre), Italgas con target di 6,50 euro (investimenti nell’idrogeno e nel settore della distribuzione dell’acqua), Pharmanutra con obiettivo di 28,40 euro in scia alla trimestrale, Sit con fair value di 8 euro (pronto ad accelerare la penetrazione del mercato nel Regno Unito), Snam con fair value di 5 euro in vista dell’entrata sul mercato indiano e Telecom Italia con target di 0,68 euro dopo l’adesione al programma Voucher del Governo italiano, gestito da Infratel Italia).

Equita valuta buy: Anima Holding con target di 4,80 euro, Banco Bpm con obiettivo di 2,20 euro dopo la trimestrale, Buzzi Unicem con fair value di 26,70 euro, Coima Res con target di 7,80 euro (la società a detta della Sim milanese vanta un buon portafoglio base clienti, un forte management team e una leva finanziaria bilanciata), Creval con obiettivo di 9,10 euro in scia ai multipli ancora allettanti, doValue con obiettivo di 10,90 euro (indicazioni complessivamente positive sulla ripresa delle attività e sull’outlook di medio termine), Leonardo con target di 9,20 euro, Newlat Food con fair value di 8,50 euro (sfuma definitivamente l’acquisizione di Hovis) e Telecom Italia con target di 0,47 euro.

Autore: Finanzaoperativa.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online