I mercati italiani aprono fra 2 ore 20 min

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere

Pietro Di Lorenzo
 

Il FtseMib disegna una Long Black che archivia la terza seduta negativa nelle ultime 4. L’indice mostra una battuta d’arresto interrompendo la serie di 5 candele settimanali verdi (con prezzo di chiusura maggiore rispetto all’apertura) invertendo la forza relativa con i principali mercati mondiali che invece si riportano su nuovi massimi (Dax ed S&P500). A deprimere il nostro listino sono stati i titoli bancari dopo la notizia secondo cui la Bce (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie)   chiederà agli istituti di credito della zona euro di portare al 100% gli accantonamenti sui crediti deteriorati di nuova classificazione a partire dal prossimo primo gennaio 2018. La copertura totale sui crediti deteriorati non garantiti deve avvenire nell'arco di due anni, quella sui crediti garantiti entro sette. Immediata la reazione dei principali titoli finanziari che chiudono la peggior settimana da metà Aprile con loss importanti: Bpm -8.78%, Bper -6.72%, Ubi (Taiwan OTC: 6562.TWO - notizie) -5.97% ecc. Graficamente uno storno è del tutto fisiologico dopo i recenti rialzi e potrebbe condurre il FtseMib al rest di area 22.000 punti, livello su cui potrebbero tornare a far capolino gli acquirenti.

Fra i titoli del interessanti per la prossima seduta, segnaliamo:

Esplosione della volatilità per MEDIOBANCA (Milano: MB.MI - notizie) che testa la resistenza passante in area 9.2€. Una chiusura superiore a questo livello fornirà un significativo segnale rialzista.

EXOR mostra crescente forza relativa archiviando la settimana in rialzo del 4.29%. La formazione di nuovi massimi assoluti (con il superamento di 56.2€) potrebbe calamitare nuovi acquirenti.

Continuiamo a seguire ATLANTIA (Londra: 0I2R.L - notizie) che testa la resistenza chiave in area 27.7€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale di continuazione rialzista.

CREVAL prosegue sell off perdendo il 21.26% nelle ultime 5 sedute. Il ribasso era previsto dal Big Short Hunter in quanto 6 investitori istituzionali puntavano sulla discesa dei prezzi avendo venduto allo scoperto il 5.28% del capitale (record storico). Attendiamo le ricoperture delle mani forti per provare un acquisto. Per seguirle, consulta BigShort Hunter .

BENI STABILI diventa il miglior titolo secondo il nostro RI (Reccomandetion Index). Ogni storno sarà una buona opportunità di ingresso. Per consultare ogni giorno l’RI cliccare qui .

Autore: Pietro Di Lorenzo Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online