Italia Markets closed

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere

Pietro Di Lorenzo

Il FtseMib disegna una white spinning con volumi modesti che riprende la via del rialzo. Il mercato italiano ha raggiunto nel corso della settimana livelli di che non vedeva da Agosto 2015. Osservando un grafico su scala monthly è evidente che siamo arrivati su livelli “epocali” ovvero a contatto con il bordo superiore del grande rettangolo che ingabbia l’indice italiano da oltre 9 anni fra 12.500 e 24.000 punti.  Il toro è scatenato sulla borsa milanese! Basti pensare che nelle prime 19 sedute dell’anno  16  si sono chiuse in rialzo con una apprezzamento dell’9.17% (ovvero i 2/3 del rialzo dell’interno 2017). Il superamento di quest’ultimo livello fornirà l’inversione di lungo termine tanto auspicata dall’investitore che ha scelto il mercato italiano e che dunque sta stringendo i denti da anni, soprattutto guardando le performance delle principali indici mondiali (come il Dow Jones, il Dax ecc) che hanno triplicato il valore negli ultimi anni. Gli obbiettivi in caso di break out di 24.000 sono davvero ambiziosi e si potrebbe aprire una nuova fase rialzista per la borsa milanese.

Un movimento tanto sorprendete quanto difficile da giustificare  ha generato una inclinazione della trendline rialzista insostenibile nel tempo e dunque sarebbe auspicabile  una fase di consolidamento prima dell’attacco decisivo alla resistenza chiave in area 24.000 punti. Questa idea è confermata dall’osservazione dei movimenti delle mani forti: in particolare Bridgewater (uno dei più grandi Hedge Fund mondiali) sta continuando a incrementare le posizioni short detenendo posizioni netter corte rilevanti (superiori allo 0.5% del capitale) su ben 17 titoli italiani

Analisi elaborata con Bigshorthunter .

Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo.

STM viene colpita dalle prese di profitto nel corso della settimana (archiviata con un ribasso 6.7%). Eventuale test del supporto in area 18€ potrebbe essere una buona opportunità di ingresso.

FINECO e PIAGGIO sono i titoli migliori secondo il nostro Recommendation index. Ogni storno sarà una buona opportunità di ingresso.

Exor prosegue l’incredibile rally (+25.24%) da inizio anno toccando nuovi massimi assoluti. Attendiamo un veloce pull back al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio.

EL.EN disegna una significativa white marubozu con volumi importanti che testa la resistenza in area 28.5€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale di continuazione rialzista.

SARAS dopo aver toccato i minimi dal 23 Marzo 2017, mostra timidi segnali di reazione disegnando un interessante engulfing bullish. Possibile un tentativo di rimbalzo da questi livelli.

Autore: Pietro Di Lorenzo Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online