Italia markets open in 4 hours 59 minutes
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.601,21
    -499,17 (-1,72%)
     
  • EUR/USD

    1,2039
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • BTC-EUR

    46.611,38
    +898,00 (+1,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.284,03
    +49,62 (+4,02%)
     
  • HANG SENG

    28.632,82
    -502,91 (-1,73%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere oggi

Pietro Di Lorenzo
·1 minuto per la lettura

Il FtseMib disegna una doji candle che consolida sotto i massimi di periodo. L’indice mostra buona forza chiudendo la quarta settimana positiva consecutiva condizionato da una serie di eventi analizzati in questo articolo.

Operativamente a Piazza Affari sara una settimana corta (Venerdì Borsa chiusa) in cui l’orario di apertura dei mercati americani tornerà ad allinearsi al tradizionale inizio delle 15.30. Riteniamo necessaria una fase di consolidamento su questi livelli prima che il mercato sarà in grado di superare l’ostica resistenza in area 25.000, che si oppone da anni alla salita dei prezzi.

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo.

Ci attendiamo volatilità su ATLANTIA in attesa dell’assemblea straordinaria prevista per lunedì. Il superamento di area 16.3€ potrebbe innescare una nuova accelerazione.

Monitoriamo LEONARDO dopo il recente sell off (-10.2% nelle ultime 5 sedute).. L’interruzione della serie dei 6 massimi decrescenti consecutivi (con il superamento di 6.92€) potrebbe richiamare gli acquirenti.

HERA prosegue il rally (+6.26% nelle ultime 5 sedute). Attendiamo un rapido pull back per individuare un punto di ingresso a più basso rischio.

GENERALI si riporta a contatto con la resistenza in area 17€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un solido segnale di continuazione rialzista.

ASTALDI, dopo il violento ribasso del 15 Marzo mostra timidi segnali di reazione. L’area in area 0.335€ potrebbe essere una interessante base da cui ripartire.

Autore: Pietro Di Lorenzo Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online