Italia markets open in 25 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.537,31
    +240,45 (+0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,1937
    +0,0018 (+0,16%)
     
  • BTC-EUR

    14.901,75
    -185,81 (-1,23%)
     
  • CMC Crypto 200

    345,84
    -24,67 (-6,66%)
     
  • HANG SENG

    26.764,70
    +94,95 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere oggi

Pietro Di Lorenzo
·2 minuto per la lettura

Il FtseMib disegna una Long white che riconosce il supporto in area 17.650 punti. Come previsto è stata una settimana difficile con l’indice che ha lasciato sul terreno il 6.96%. In questo articolo abbiamo descritto la strategia di chiusura dei 2 fibboni short aperti il 23 Ottobre.

Una fotografia dei primi dieci mesi dell’anno, vede i prezzi sotto i valori di apertura del 2019. Ciò vuol dire che nelle prime 214 sedute del 2020 abbiamo “bruciato” il cospicuo rialzo realizzato l’anno scorso (+28.28%). Abbiamo assistito a ribassi feroci con 6 Blue Chios importanti che hanno perso oltre metà del proprio valore:

  • Bper Banca: -66,49%,

  • Saipem: -65,39%,

  • Leonardo: -60,88%,

  • Tenaris: -59,48%,

  • Eni: -56,59%.

  • Unicredit -50,84%.

I 5 titoli migliori sono:

  • Diasorin: +63,34%,

  • Amplifon: +21,72%,

  • Recordati +18,42%,

  • Interpump Group: +14,73%,

  • Inwit +12,91%

Cosa ci aspetterà negli ultimi 2 mesi del 2020? Nel brevissimo termine l’andamento dei prezzi sarà condizionato dall’esito delle presidenziali Usa in programma martedì. Nel medio periodo, invece, tutto dipenderà dall’evoluzione della pandemia: è fondamentale capire se la stagione natalizia è compromessa o ci sono margini per salvarla almeno parzialmente.

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo.

EXOR disegna una Long white con volumi (i più elevati dal 15 Settembre) che riconosce il supporto in area 43.5€. Possibile un tentativo di rimbalzo da questi livelli.

SAIPEM disegna una Long white che esplode nei volumi e nella volatilità. Una chiusura confermata sopra 1.5€ fornirà un interessante segnale di inversione.

BPER lascia sul terreno il 15.5% nelle ultime 5 sedute, riportandosi a contatto con il supporto psicologico a 1€. L’interruzione della serie di 5 massimi giornalieri decrescenti consecutivi, potrebbe innescare un repentino rimbalzo.

LEONARDO mostra timidi segnali di reazione a contatto con il supporto psicologico dei 4€. Il problema è che (come evidente dal grafico elaborato con Big Short Hunter) le posizioni ribassiste dalle “mani forti” si riportano sui massimi degli ultimi 7 anni con il 4.94% del capitale venduto allo scoperto. Attendiamo le ricoperture degli investitori istituzionali, per pianificar eun ingresso.

Ci attendiamo grande volatilità su FERRARI in attesa della pubblicazione dei risultati. Lo spartiacque decisivo fra positività e negatività è rappresentato dai 150€.

CREDEM dopo una ripidissima discesa mostra interessanti segnali di reazione disegnando una Long white che esplode nella volatilità e nei volumi (scambiate oltre 564 mila azioni). I minimi toccati venerdì a 3.15€ potrebbero rappresentare un importante bottom di periodo,

Autore: Pietro Di Lorenzo Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online