Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.725,47
    +564,69 (+1,65%)
     
  • Nasdaq

    13.770,57
    +417,79 (+3,13%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    87,29
    +0,68 (+0,79%)
     
  • BTC-EUR

    34.119,42
    +800,85 (+2,40%)
     
  • CMC Crypto 200

    863,83
    +21,37 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.792,30
    -2,70 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1152
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.431,85
    +105,34 (+2,43%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8320
    -0,0008 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0375
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4232
    +0,0044 (+0,31%)
     

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere oggi

·2 minuto per la lettura

Il FtseMib disegna una white closing Marubozu che chiude la terza seduta sui massimi di giornata. L’indice archivia la settimana pre-nataliza in buon guadagno (+1.52%) condizionato da una serie di eventi analizzati in questo articolo. A -4 sedute dalla fine dell’anno il bilancio del 2021 è molto positivo (+20.51%) nonostante la situazione della pandemia preoccupi in molte aree del mondo.

Operativamente nelle sedute fra Natale e Capodanno i volumi tendono a contrarsi: in questo contesto è opportuno limitare l’operatività poiché i falsi segnali sono più frequenti in quanto i prezzi sono più facilmente manipolabili proprio a causa di una minore liquidità.

Operativamente è stata una settimana caratterizzata da movimenti contenuti che hanno favorito veloci operazioni intraday (che abbiamo analizzato in questo articolo. Al momento deteniamo un solo titolo nel portafoglio multiday, che sta tentando un rimbalzo dopo una fase ribassista.

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo.

CNH rimane al centro dell’interesse del mercato in vista dells spin off di IVECO che sbarcherà a Piazza Affari a partire dal 3 gennaio 2022. Una chiusura superiore a 16.85€ fornirà un solido segnale di continuazione rialzista.

PIRELLI prosegue il rally riportandosi su livelli che non vedeva dal Maggio del 2019. Il superamento di 6.13€ potrebbe calamitare nuovi acquirenti.

UNICREDIT mostra grande forza relativa riportandosi a contatto con i massimi toccati il 15 dicembre a 13.624€. Possibile intervenire a seguito del breakout di questo livello.

DIASORIN sta tendando di costruire una base dopo il sell off del 17 Dicembre. Il ritorno sopra 165€ sarà il segnale che il peggio è alle spalle.

Come è evidente dal grafico (elaborato von BigShort Hunter) rimangono sotto la pressione delle vendite allo scoperto titoli come SAIPEM, SARAS, LEONARDO, BUZZI e TECNOGYM. Attendiamo le ricoperture dei ribassisti per intervenire.

SECO mostra timidi segnali di reazione dopo il violento sell off (-14.2% nelle ultime 5 sedute). L’interruzione della serie di massimi giornalieri decrescenti (con il superamento di 8.33€) potrebbe innescare un veloce rimbalzo.

Autore: Pietro Di Lorenzo Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli