Italia Markets closed

Buzzi U. sale ancora sostenuto da vari fattori. Broker bullish

Davide Pantaleo
 

L'incertezza mostrata anche oggi da Piazza Affari non sembra contagiare l'andamento di Buzzi Unicem (Londra: 0NVQ.L - notizie) che sta vivendo la seconda seduta consecutiva in rialzo. Dopo aver chiuso la giornata di ieri con un progresso di circa un punto e mezzo percentuale, snobbando la forza dell'euro nei confronti del dollaro che invece ha pesato su altri titoli del settore industriale, Buzzi Unicem si spinge ancora in avanti. 

Buzzi Unicem sale in controtendenza

Il titolo ha avviato gli scambi già in salita e dopo aver segnato un massimo a 23,34 euro, ha ritracciato pur mantenendosi in territorio positivo, tanto da passare di mano negli ultimi minuti a 22,94 euro, con un progresso dello 0,48% e circa 500mila azioni transitate sul mercato fino ad ora, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 570mila pezzi. 

Buzzi Unicem guadagna ancora terreno dopo che ieri Cementir ha chiuso la cessione del 100% di Cementir Italia ad Italcementi (Amburgo: 1086183.HM - notizie) , società del gruppo HeidelbergCement (IOB: 0MG2.IL - notizie) , per 315 milioni di euro. 

L'operazione era stata annunciata il 19 settembre scorso ed era condizionata all’approvazione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Equita SIM: migliora visibilità sui prezzi del cemento 

Secondo gli analisti di Equita SIM, la chiusura del deal Cementir-Italcementi ad inizio anno migliora la visibilità sugli aumenti di prezzo da loro attesi ed inclusi nel modello Buzzi Unicem per il 2018. 

La SIM milanese si attende che da subito HeidelbergCement operi al fine di portare i prezzi di vendita del cemento su un livello più consono alla base costi che caratterizza l’area geografica.

Gli esperti di Equita SIM spiegano che la razionalizzazione del mercato italiano con un conseguente rialzo dei prezzi di vendita è alla base della nostra scommessa su Buzzi Unicem. Sul titolo viene così confermata una strategia bullish, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 26,1 euro. 

Anche Bca IMI punta sul titolo

A puntare su Buzzi Unicem è anche Banca IMI che oggi ha rinnovato l'invito ad aggiungerlo in portafoglio, con un target price a 26,5 euro. Gli analisti ricordano che la società ha già palesato il suo interesse all'acquisizione degli asset italiani che saranno ceduti da HeldelbergCement/Italcementi in seguito alla sentenza Antitrust e questo dovrebbe essere un altro passo verso un ulteriore consolidamento del mercato italiano del cemento. 

Banca IMI ribadisce così la sua attesa di un miglioramento della redditività operativa di Buzzi Unicem sul mercato interno per l'anno appena iniziato. 

Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) e Kepler vedono benefici da riforma fiscale Usa

A sostenere intanto le quotazioni del titolo è anche il fatto che la società è tra i principali beneficiari della riforma fiscale Usa approvata prima di Natale. 

Non è ancora facile quantificare l'impatto della stessa a pieno regime, ma gli analisti di Mediobanca Securities prevedono ricadute positive a livello di utile per azione ad alta singola cifra, motivo per cui mantengono invariata la raccomandazione "outperform" su Buzzi Unicem. 

I colleghi di Kepler Cheuvreux hanno invece calcolato un impatto positivo del 10% sull'eps dalla riforma fiscale Usa, compensato in parte da una crescita più debole degli utili negli Stati Uniti a causa di un più forte aumento dei costi. 

Il broker ha migliorato del 7%-8% le stime sull'utile per azione, mentre ha ridotto quelle di Ebitda del 2%-3% con riferimento all'anno in corso e al prossimo. La view su Buzzi Unicem resta positiva con una raccomandazione "buy" e un fair value ritoccato poco prima di Natale da 27 a 27,5 euro. 

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online